header logo

I giallorossi, del loro tecnico D'Aversa, continuano la preparazione in vista della prossima partita di campionato contro il Verona, del grande ex Marco Baroni, valevole per il tredicesimo turno. Dopo il pareggio contro il Milan - caratterizzato dall'episodio del gol annullato a Piccoli nei minuti finali -, il Lecce vuole continuare a macinare punti in vista del proprio obiettivo stagionale della salvezza ma occhio all'avversario, che non vince da ben tre mesi, ed è alla ricerca di un successo che lo allontanerebbe dai bassifondi della classifica.

In questa riflessione, grazie al database di FootData, considerando il prossimo opponente dei salentini, anch'esso con gli stessi intenti alla fine del campionato, vogliamo offrirvi un confronto con il resto delle squadre che riteniamo possano lottare, come i giallorossi, fino all'ultima giornata per restare in Serie A, relativa ai gol realizzati di testa in questa prima parte di campionato.

Al vertice di questa speciale graduatoria, ci sono ben tre squadre che crediamo possano dare filo da torcere al club di via Colonnello Costadura fino al termine della stagione, ovvero: Cagliari, Frosinone e Genoa con ben tre reti realizzate. Proprio la squadra di Ranieri,  nell'ultima sfida contro la Juventus, persa per 2-1 allo Stadium, è andata a segno, sfruttando un colpo di testa di Dossena; seguono i salentini, che hanno realizzato due reti, entrambe finalizzate da Krstovic (contro Fiorentina e Salernitana); gli uomini di D'Aversa hanno fatto meglio dei loro prossimi avversari che, assieme all'Empoli, sono riusciti a segnare di testa in una sola circostanza; chiude questa particolare classifica la Salernitana che non è mai riuscita a gonfiare la rete in questo modo.

Cosa aspettarsi dalla sfida contro il Verona e quanto potrà essere determinante Krstovic?

Krstovic in gol

Se si pensa che il 50% dei gol, messi a referto, dal bomber montenegrino Krstovic siano arrivati proprio con questa parte del corpo, è di facile intuizione che i giallorossi proveranno a mettere nelle giuste condizioni il loro centravanti per rompere la difesa avversaria, sfruttando la velocità dei propri esterni di attacco e la possibilità di cross dalle fasce. Certo non sarà semplice, ultimamente il tecnico Baroni ha cambiato l'assetto tattico, abituati a vedere la passata stagione nel Salento, spesso trasformando il collaudato 4-3-3 in un 3-5-2 che, considerando gli interpreti a disposizione, permetta di coprire in modo maggiormente completo e solido le posizioni in mezzo al campo, garantendo un'accurata fase difensiva. Non sarà semplice ma il Lecce ha tutte le carte in regola per far male ed essere incisivo. Krstovic è pronto a riempire l'area di rigore e sfruttare al meglio i traversoni dei suoi compagni, continuando a regalare gioie ai suoi tifosi. Arriveranno i tre punti?

 

 

 

 

locandina open day
locandina open day
Verona-Lecce, Live Reaction di Pianetalecce al Pipa di Muro Leccese
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita

💬 Commenti