header logo

Il centrocampista della Juventus Nicolò Fagioli è indagato dalla Procura di Torino per presunte scommesse su piattaforme illegali. L'inchiesta è stata aperta nel mese di luglio 2023, dopo un'informativa della Guardia di Finanza che aveva riscontrato alcune anomalie nelle transazioni finanziarie del calciatore.

Secondo quanto riportato dalla stampa nazionale, Fagioli avrebbe scommesso su partite di calcio, tra cui anche quelle della Juventus, utilizzando una piattaforma online non autorizzata in Italia. Le scommesse sarebbero state effettuate tra il 2022 e il 2023, per un importo complessivo di circa 100.000 euro.

Fagioli quando indossava la maglia della Cremonese contro il Lecce

Le accuse e le possibili sanzioni

Se le accuse dovessero essere confermate, Fagioli potrebbe essere sanzionato dall'autorità giudiziaria sportiva. L'articolo 24 del Codice di Giustizia Sportiva prevede infatti la sanzione della squalifica da uno a tre anni per i calciatori che "scommettono su eventi sportivi, anche se non partecipano ad essi".

Inoltre, Fagioli potrebbe essere chiamato a rispondere anche delle eventuali conseguenze penali delle sue azioni. Le scommesse su partite di calcio sono infatti vietate dalla legge italiana, e possono essere punite con la reclusione da sei mesi a tre anni.

Le conseguenze per la Juventus

L'inchiesta su Fagioli potrebbe avere anche delle conseguenze per la Juventus. Il club bianconero potrebbe essere sanzionato dalla FIGC per aver violato l'articolo 41 del Codice di Giustizia Sportiva, che prevede l'obbligo per i club di "assicurare che i propri tesserati rispettino i principi di lealtà, correttezza e probità sportiva".

Inoltre, l'inchiesta potrebbe danneggiare l'immagine della Juventus, che già è alle prese con un'altra inchiesta per presunte plusvalenze fittizie.

Le accuse di Fabrizio Corona su Nicolò Fagioli, tra ludopatia e scommesse illegali

Il 4 agosto 2023, Fabrizio Corona ha pubblicato un post sul suo canale Telegram in cui ha accusato Nicolò Fagioli, centrocampista della Juventus, di essere affetto da ludopatia. L'accusa, inizialmente passata inosservata, ha acquisito un nuovo significato dopo la notizia delle indagini della Procura di Torino su un giro di scommesse illegali in cui sarebbe coinvolto il calciatore.

Le accuse di Corona

Nel post, Corona ha sostenuto che Fagioli "con quella faccia così pulita, da bravo ragazzo, tutto pane e calcio, nasconde una clamorosa dipendenza". Ha poi aggiunto che il calciatore avrebbe un milione di euro di debiti, accumulati a causa delle scommesse.

Le indagini della Procura di Torino

L'inchiesta della Procura di Torino è stata aperta nel mese di luglio 2023, dopo un'informativa della Guardia di Finanza che aveva riscontrato alcune anomalie nelle transazioni finanziarie di Fagioli. Secondo quanto riportato dalla stampa, il calciatore avrebbe scommesso su partite di calcio, tra cui anche quelle della Juventus, utilizzando una piattaforma online non autorizzata in Italia. Le scommesse sarebbero state effettuate tra il 2022 e il 2023, per un importo complessivo di circa 100.000 euro.

La possibile correlazione tra le due vicende

La notizia delle accuse di Corona, inizialmente smentite dal calciatore, ha acquisito un nuovo significato dopo la notizia delle indagini della Procura di Torino. È possibile che le due vicende siano correlate, e che Fagioli abbia effettivamente una dipendenza dal gioco d'azzardo, che lo avrebbe portato a scommettere su partite di calcio illegalmente.

 

Udinese-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"