header logo

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini prima di ieri sera aveva da disputare 3 partite in 7 giorni: finale di Coppa Italia, sfida contro il Lecce e finale di Europa League.

La partita di ieri

Ieri sera i bergamaschi sono usciti sconfitti dal confronto contro la Juventus, pur giocando una buona partita. Il gol incassato dopo 4 minuti di gioco ha condizionato fortemente la partita di Toloi e compagni ed anche l’infortunio occorso a De Roon, si teme un lungo stop per lui, non ha agevolato la situazione.

Adesso la trasferta di Lecce prima dello storico appuntamento con il destino. Nel Salento gli orobici vogliono chiudere il discorso legato alla qualificazione alla prossima Champions. Una vittoria contro i giallorossi garantirebbe loro un posto certo nella competizione, al di là di come poi andrà la gara contro il Bayer Leverkusen.

Ricordiamo che contro il Lecce sarà assente anche Koopmeiners, fermato per un turno dal Giudice Sportivo. 

Koopmeiners e Ramadani

Le parole di Gasperini a fine partita

Abbiamo perso De Roon e Kolasinac non è ancora pronto. Queste sono le uniche situazioni negative che ci portiamo dietro. Non usciamo sminuiti da questa partita, la Juve ha segnato subito ed era nelle condizioni migliori. Noi non abbiamo creato molto, anche se abbiamo trovato occasioni buone. In questo tipo di gara l'assenza di Scamacca è stata fondamentale ma la squadra ha dato tutto. Nel secondo tempo avevamo la condizione giusta, bisogna accettare anche questi risultati... La Juve è veramente forte e non puoi vincere tutte le partite decisive che giochi. Direi partita equilibrata, forse abbiamo fatto anche qualcosa in più. Stiamo giocando tutte finali, questa è andata così e l'accettiamo.

Per fortuna non finisce qui la nostra stagione. Abbiamo ancora tante cose da fare, tre punti da conquistare in tre partite di campionato per raggiungere la Champions e un'altra finale di grande valore. Bello che ci siamo ancora... Non esco così deluso da questa partita: dispiaciuto sì, ma non deluso.

De Ketelaere? Si gioca anche ogni tre giorni. A volte questi alti e bassi ci sono, c'è chi recupera bene da tre partite ma poi magari ha un calo. Però siamo sempre stati pronti nel rintuzzare, ci è mancata velocità e brillantezza a parte Lookman che è stato il più incisivo in attacco. Globalmente comunque va bene, non posso giudicare solo in base al risultato. Stasera non è stata una prova scintillante, anche per merito della Juventus. E se avessimo pareggiato magari andava diversamente. Mi preoccupano solo gli infortuni. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Berisha e Pierotti, il futuro è adesso: nelle prossime due più spazio per loro