header logo

Lecce e Genoa si affronteranno venerdì 22 settembre, allo Stadio Via del Mare, in un crocevia delicatissimo valevole per la quinta giornata di campionato.

I giallorossi, allenati da mister D’Aversa, hanno totalizzato in questo avvio di stagione 8 punti in classifica frutto di due pareggi (contro Fiorentina e Monza nell’ultimo turno) e altrettante vittorie (contro Lazio e Salernitana); il doppio rispetto ai rossoblù, reduci da un pareggio contro i Campioni d’Italia del Napoli nel precedente incontro di campionato allo stadio Ferraris.

Quella tra Lecce e Genoa sarà una sfida di grande rilevanza per il futuro delle due squadre che, sebbene sia solo l’inizio del campionato, incrociano i loro destini per ottenere “pesanti” punti in ottica salvezza.

A scalpitare per un ruolo da assoluti protagonisti ci saranno anche loro, due rivelazioni di questo inizio stagionale, vale dire: Krstovic e Retegui.

Entrambi attaccanti di puro talento e prospettiva futura, stanno conquistando le loro rispettive tifoserie a suon di gol e giocate, prendendosi la scena in questa primissima parte di campionato.

Nikola Krstovic, montenegrino classe 2000, sta sbaragliando qualsiasi tipo di record con la sua nuova squadra. Arrivato nel Salento durante il mercato estivo, ha collezionato in tre presenze in Serie A già altrettante reti, raggiungendo il primato nella storia del Lecce: mai nessuno, infatti, aveva fatto così bene nel massimo campionato con la maglia giallorossa in così poco tempo. Dinamico, forte fisicamente ma soprattutto di testa (ne sono la piena prova i gol messi a segno contro Fiorentina e Salernitana), Krstovic si sta rivelando l’ennesimo capolavoro di Pantaleo Corvino che, anche questa volta, ha saputo sorprendere tutti, regalando alla sua gente un altro, ennesimo “colpo” di mercato.

Dall’altra parte, invece, Mateo Retegui. Italo- argentino, classe 99, non ha tardato a guadagnarsi la fiducia del suo allenatore Gilardino: 2 gol in 4 partite nella sua primissima esperienza in Serie A. Il suo arrivo a Genova ha fatto salire alle stelle l’entusiasmo dei suoi tifosi, sicuri che il suo apporto possa dimostrarsi efficace per il raggiungimento degli obiettivi stagionali.

In questo momento storico di particolare sofferenza e delusione, Retegui rappresenta una risorsa anche per la Nazionale Azzurra che, vista la quantità di attaccanti alquanto carente in rosa, potrà contare di un centravanti abile davanti alla porta in vista non solo dei prossimi, insidiosi, impegni valevoli per le qualificazioni agli Europei ma per il futuro del calcio italiano stesso.

Le sorti di Lecce e Genoa passeranno, anche, dalle giocate di loro due: Krstovic-Retegui, la sfida tra bomber. Chi riuscirà ad avere la meglio?

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"