header logo

Successo essenziale quello conquistato nella 22esima giornata di campionato dal Gallipoli di Cavallaro, che espugna il "Franco Salerno" di Matera e riesce a imporsi contro una vera e propria corazzata, guidata da mister Panarelli e costruita per galleggiare nelle primissimi posizioni di classifica.

Per quanto riguarda le scelte di formazione il tecnico siciliano, dovendo far fronte a numerose defezioni (Munoz, Zappacosta, Bianco e Trinchera su tutte), decide di optare per un 3-4-2-1 piuttosto rivisitato. Confermato tra i pali Dima, mentre a formare i tre di difesa sono Fruci, Monteleone e  un adattato capitan Scialpi. Corsie esterne occupate da Miggiano a sinistra e Benvenga a destra, mentre a comporre la mediana sono Donnarumma e Montagnolo. Zona della trequarti presidiata da Mancino e dal neo acquisto Altamura, a ridosso dell’unica punta Kapnidis.

Nella prima frazione è il Matera a partire con più convinzione, spinto dal calore dei propri tifosi; il Gallipoli di contro, preferisce essere attendista e aspettare il momento giusto per ribaltare il fronte, non riuscendo però a trovare spazi per ripartire in contropiede. Al minuto 6 viene concesso un calcio d’angolo ai padroni di casa, che si rivelerà fatale per i salentini: a spizzare di testa è l’ex Ivan De Nova, che impatta bene la sfera e spedisce in porta alle spalle di Dima. I giallorossi cercano di reagire con la rasoiata di Mancino al 16’, ma Tartaro con un grande intervento spedisce in corner e salva i suoi. Al minuto 24 ci prova Di Palma con un tiro dai 25 metri: il materano riesce a dare solo tanta potenza al pallone, che termina alto. Dopo due giri di orologio occasione invece per Miggiano, che dal limite effettua una conclusione al volo molto insidiosa: la sfera sfiora il palo ed esce di pochissimo. Al 29’ è il turno di Maltese: il numero 8 si rende pericoloso con un tiro dai 15 metri, che finisce out non di molto.

La ripresa si apre con un doppio cambio in pochi minuti per il Gallipoli con Cavallaro che, al minuto 45, sostituisce l’esordiente Altamura per dare spazio a Bacca, attaccante classe 2005, mentre al 56’ inserisce l’esterno Thiam per un generoso Miggiano. Queste due sostituzioni sembrano dare nuova linfa agli jonici, anche se i biancazzurri hanno più di un'occasione per firmare il raddoppio. Da segnalare al minuto 57 una mezza rovesciata di Russo in area, con il pallone che decolla però in curva. E dopo 60 secondi è un’azione in solitaria di Infantino a preoccupare i giallorossi, con la conclusione a giro che esce di poco fuori.

Dal minuto 60 in poi, tuttavia, il Matera abbassa notevolmente il suo baricentro e il Gallipoli ne approfitta. Al 71’, infatti, arriva il tanto ricercato pareggio dei salentini: calcio d’angolo battuto alla perfezione da capitan Scialpi, con il neoentrato Thiam che fa valere il suo fisico e impatta di testa la sfera; Tartaro non può nulla su questa frustata, e il numero 33 firma l’1-1 e rimette tutto in equilibrio. Protagonista ancora Thiam dopo 10 minuti dalla sua marcatura: il classe 2004 effettua una rimessa con le mani direttamente in area avversaria, con Tartaro che legge male la traiettoria e si fa scavalcare dalla sfera; Benvenga segue tutta l'azione e, a portiere battuto, insacca in rete il pallone del vantaggio, facendo esplodere il Settore Ospiti colorato di giallorosso. Altro cambio di Cavallaro dopo il gol del vice capitano, con un ottimo Mancino che lascia spazio a Pissas. Il direttore di gara assegna 5 minuti di recupero, con il Gallipoli intenzionato a difendere il risultato con le unghie e con i denti. Ma la chance per i biancazzurri arriva al 98’ con una spizzata di testa pericolosa: solo un miracolo di Dima non permette ai padroni di casa di portare a casa un punto.

Finisce così, dunque, l’incontro allo stadio "Franco Salerno" di Matera: successo vitale quello ottenuto dagli jonici quest’oggi, che hanno il merito di non andare nel pallone e restare in partita dopo lo svantaggio subito a freddo e, sfruttando le occasioni a proprio favore, ribaltano completamente il risultato in 10 minuti e portano a casa tre punti importantissimi in chiave salvezza.

Gallipoli

IL TABELLINO

Matera (3-5-2): Tartaro; Delvino (77’ Prado), Cipolletta, De Nova; Gningue (77’ Sirimarco), Maltese, Di Palma (83’ Cirio), Lucas (77’ Porro), Russo; Ferrara, Infantino (68’ Tumminelli). A disposizione: Paparella, Parisi, Agnello, Macanthony. Allenatore: Panarelli

Gallipoli (3-4-2-1): Dima; Fruci, Scialpi, Monteleone; Miggiano (56’ Thiam), Donnarumma, Montagnolo, Benvenga; Mancino (82’ Pissas), Altamura (45’ Bacca); Kapnidis. A disposizione: De Donno, Marocco, Sliti, Mariano, Demoleon, Colazzo. Allenatore: Cavallaro

Marcatori: 6’ De Nova, 71’ Thiam, 81’ Benvenga

Recupero: 1’ pt, 5’ st

Calci d'angolo: 6 / 2

Ammonizioni: Kapnidis (G), Infantino (M), Benvenga (G), Fruci (G), Scialpi (G), Ferrara (M), Thiam (G)

Espulsioni: /

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Retroscena - Il Milan ha offerto 18 milioni per Dorgu: quanto lo valuta il Lecce