SSD: “Essere in lotta per salvarci è un grande risultato. Tifosi? La loro assenza è il mio rammarico”

Saverio Sticchi Damiani ha parlato in diretta sul profilo Instagram ufficiale del Lecce, in vista dell’ultima giornata di campionato decisiva per la lotta salvezza. Di seguito le sue dichiarazioni.

LA SALVEZZA –Siamo nelle condizioni di giocarci la salvezza all’ultima giornata ed è un grande risultato essere qui dopo un campionato difficilissimo reso ancora più complesso dopo la sosta provocata dal Covid. Questo campionato ha detto che il Lecce ha fatto particolarmente bene e addirittura meglio del Brescia che lo scorso anno ha vinto il campionato di serie B e della Spal che era una società consolidata in serie A. Ora stiamo concorrendo contro il Genoa, una squadra costruita per obiettivi importanti. E’ stato bravo il Verona che si è tirato subito fuori dalla lotta salvezza. Abbiamo raggiunto un risultato importantissimo essendo il nostro primo anno in serie A“.

POLEMICHE ARBITRALI –Dopo la vittoria di Udine ho chiesto a tutti di non voltarsi più indietro. Non voglio più sentire “Se fosse accaduto…”. Qualche rammarico c’è, anche su alcune scelte sfortunate del VAR. Oggi ce ne sarebbe bastata solo una in più a nostro favore per affrontare l’ultima giornata in vantaggio rispetto al Genoa. Adesso però non ci pensiamo più e siamo concentrati solo sulla partita di domenica“.

GENOA-VERONA –Conosco la correttezza delle squadre che affronteremo sia noi che il Genoa. Sono rammaricato, anche rispetto ad alcune domande capziose che mi sono state fatte negli ultimi giorni ho sempre detto che Genoa e Verona giocheranno una partita regolare così come sarà regolare Lecce-Parma. Sono sicuro dell’assoluta regolarità di queste squadre. Questo campionato terminerà due partite che si giocheranno sul campo secondo i valori dello sport. Lecce e Genoa sono due squadre che ad agosto si ritrovano ancora a lottare su ogni pallone per conquistare la salvezza, credo che chiunque dovesse soccombere domenica pagherebbe un prezzo eccessivamente alto per gli sforzi profusi, entrambe le squadre meritano la salvezza anche se sappiamo che questo non è possibile“.

IL MODELLO LECCE –Mi piace sapere che il Lecce a livello nazionale sia considerato una società credibile con dei valori. Quest’anno abbiamo provato a produrre un calcio spregiudicato, per dare il messaggio che anche una squadra che deve salvarsi può essere propositiva e spettacolare. Mi piace che il modello Lecce sia apprezzato, non solo dai tifosi giallorossi ma anche dagli sportivi e da coloro che vogliono vedere bel calcio. Per me questo è un segnale di crescita culturale. Sono contento anche che le istituzioni cittadine tramite l’esposizione del vessillo giallorosso vogliano mostrare il loro supporto alla squadra“.

LA VITTORIA DI UDINE –Dopo tante battaglie e alcune sconfitte che sembravano definitive questa squadra si è sempre rialzata. Sembra un pugile suonato che sembra che stia per finire KO e invece si rialza con ancora più forza. Questa squadra incarna il DNA di questa terra abituata a lottare e non arrendersi mai. A Udine ho visto tutto questo, la squadra era stremata ma con le ultime forze a disposizione ha raggiunto una vittoria complicatissima“.

I GIOCATORI –Alcuni giocatori sono infortunati, tanti giocatori anche in condizioni precarie hanno scelto e voluto di esserci a Udine e ci saranno anche col Parma. A questo punto conta poco, tutti vogliono prendere parte a questa gara che può valere una stagione“.

I TIFOSI –Il mio grande rammarico è di non aver potuto affrontare la volata salvezza dalla ripresa in poi senza il pubblico, il nostro valore aggiunto, senza gli abbonati e gli spettatori che hanno sempre riempito lo stadio. Quella con il Parma sarebbe stata una partita nella quale il Via del Mare non avrebbe dato respiro all’avversario e avrebbe spinto la nostra squadra. Ai tifosi voglio dire godiamoci questa partita, senza ansia ma con passione. Qualunque sia il risultato, questa è stata una stagione bella, qualsiasi sia il campionato del prossimo anno posso promettervi che faremo le cose seriamente per fare da subito ancora meglio rispetto a quanto fatto quest’anno“.