Ancora non è il momento per dirlo, ma Antonin Barak potrebbe diventare un caso per la Serie A. Sembrerebbe infatti che il calciatore dell’Udinese, in prestito secco al Lecce, sia l’unico in Italia, tra i calciatori trasferitisi a titolo temporaneo, che non ha ancora prolungato il rapporto con il club in cui sta giocando attualmente.

L’Udinese non ha ancora inoltrato ai giallorossi il documento con cui concede la proroga del contratto fino al 2 di Agosto ed ha tempo fino alla mezzanotte di domani, 30 Giugno, per poterlo fare. E’ chiaro che il calciatore, se dovesse far rientro a Udine, non potrebbe essere schierato con la maglia bianconera, pertanto se questa proroga non dovesse arrivare avrebbe il sapore del dispetto oppure della mossa strategica in chiave salvezza essendo il club friulano impegnato assieme al Lecce per non retrocedere.

Il Lecce sta alla finestra, con la consapevolezza che se ciò dovesse verificarsi, saprebbe come muoversi nelle sedi opportune per far valere le proprie ragioni. Questa mattina intanto era prevista la sua conferenza stampa che però è stata annullata.

Questo braccio di ferro è comunque il risultato di una situazione che andava regolamentata per iscritto e invece si è concretizzata sotto forma di suggerimento a voce nei confronti dei club credendo pertanto nella buona fede di questi ultimi…