Pallavolo: Fipav dice stop. Conclusi i campionati senza scudetti, promozioni e retrocessioni

Lo sport ai tempi del Coronavirus. Il calcio italiano lavora per prevedere tutti gli scenari futuri, con l’obiettivo di completare la stagione interrotta dalla pandemia, quando sarà possibile. Si cerca anche di arrivare a una riduzione degli stipendi dei calciatori. Tutto, ovviamente, subordinato allo sviluppo dell’emergenza. Intanto negli altri stop si prendono decisioni drastiche e sicure per atleti, società e tifosi.

La Federazione italiana pallavolo, dopo un’attenta e approfondita riflessione sulla perdurante situazione emergenziale legata alla pandemia di COVID-19 (coronavirus), ha decretato la conclusione definitiva di tutti i campionati pallavolistici di ogni serie e categoria.

La Fipav – si legge in una nota – ritiene pertanto conclusi senza assegnazione degli scudetti, delle promozioni e delle retrocessioni tutti i campionati nazionali, regionali e territoriali. E’ stata inoltre dichiarata conclusa tutta l’attività sportiva legata alla disciplina del Sitting Volley.