Dopo l’annuncio del patron della Formula 1 Chase Carey nella giornata di ieri, il quale ha confermato l’ipotesi di ripartenza fissata per il 5 luglio in Austria, la tedesca Bild ha pubblicato una prima bozza del mondiale che si aprirà la prossima estate che non prevederebbe il Gran Premio d’Italia a Monza e il mitico Gp del Belgio a Spa-Francorchamps.

Una esclusione che non ha nessun fondamento per il presidente dell’Aci Angelo Sticchi DamianiPosso escludere la fondatezza – ha detto all’ANSA – già ieri Chase Carey ha detto espressamente che il campionato comincerà in Austria il 3 luglio e continuerà in Europa fino a Monza. Lo ha detto lui ieri mattina, ma poi noi abbiamo contatti continui con loro. Stiamo trattando ovviamente per una gara a porte chiuse. La Francia che era a luglio ha rinunciato per problemi locali. Noi ci sentiamo tutte le settimane e stiamo trattando su come organizzare il Gp. Non so come venga fuori questa notizia. Ovviamente sarà un sacrificio per noi, ovviamente non abbiamo alcun interesse a organizzare un Gran Premio senza pubblico per tanti e tanti motivi. Stiamo cercando la quadratura del cerchio, quando manca il pubblico è comunque una componente delle entrate totali che viene a mancare. E comunque il problema c’e’ “.

Secondo il giornale tedesco, la stagione europea sarebbe composta da soli tre appuntamenti, con Spielberg, Silverstone e Hungaroring che ospiterebbero rispettivamente due GP l’uno. Per le gare autunnali, invece, il Circus si sposterebbe in Asia e in America, con la Cina inserita a cavallo tra i GP di Russia e Giappone. Bahrain e Vietnam si piazzerebbero tra novembre e dicembre, poco prima del gran finale previsto per il 13 dicembre ad Abu Dhabi.