Accordo tra il Monza e i suoi giocatori per il taglio degli stipendi. I calciatori del club brianzolo di Berlusconi e Galliani, a marzo percepiranno il 50% degli emolumenti. Lo rende noto la società. Per quanto riguarda i prossimi mesi, la situazione sarà valutata in base all’evoluzione dell’emergenza sanitaria e il blocco dei campionati. Secondo quanto si apprende, Galliani ha ricevuto i complimenti dai colleghi per l’intesa raggiunta, un gesto che può aiutare le squadre nelle trattative e salvare l’intera serie C.

L’accordo tra Monza e giocatori è un segnale e anche una boccata d’ossigeno per gli altri club della stessa categoria, che stanno cercando di salvare i conti. Proprio ieri l’assemblea delle sessanta realtà italiane ha chiesto misure rapide al Governo, a partire dallo svincolo sulle fideiussioni e la possibilità di accedere alla cassa integrazione in deroga. “E’ necessario trovare un punto di equilibrio tra le questioni etiche – ha spiegato il presidente Francesco Ghirelli -, le responsabilità collettive e la possibilità per le squadre di C di continuare a spendersi in prima linea per quel calcio che fa bene al Paese. Abbiamo tracciato una linea comune sull’esigenza di riforme basate sul taglio dei costi per la sostenibilità economica. Il rischio è enorme per la C, anche in relazione alla continuità aziendale“.