I diritti tv sono sempre stati una questione delicata che ha generato non poche polemiche negli ultimi anni in Italia in seguito alla diatriba Sky/Perform che ha causato la spartizione dei match di Serie A su più piattaforme non solo satellitari.

A partire dalla stagione 2018/19 infatti per la prima volta un sito online come DAZN ha avuto l’esclusiva sulla trasmissione delle partite del nostro campionato, ma potrebbe esserci un ulteriore ribaltamento di fronte molto presto.
Difatti sta passando inosservata una notizia riportata da Milano Finanza che avrebbe però del clamoroso: Amazon sta pensando seriamente all’acquisto dei diritti tv di Serie A.
L’interessamento sarebbe per il triennio 2021/2024 poiché per la prossima stagione l’esclusiva è già detenuta dall’accoppiata Sky/Perform, ma non va presa assolutamente sottogamba perchè potrebbe cambiare ancora totalmente le modalità di visione del campionato italiano.

Non risulterebbe un esordio nel mondo del calcio per Amazon che detiene già una parte de diritti della Premier League dopo un investimento di più di 90 milioni di sterline per la trasmissione di 30 match tra le quali il seguitissimo turno del Boxing Day.

COSA CAMBIEREBBE?

Partendo dal principio che ci basiamo ancora su supposizioni poiché il bando per il triennio 2021/2024 ancora non è partito ufficialmente, è difficile dire con certezza cosa potrebbe realmente succedere se Amazon affondasse il colpo.
Seguendo l’esempio inglese la Serie A potrebbe essere trasmessa su Amazon Prime Video, una piattaforma ad oggi usata per lo streaming di serie tv alla cifra di 3,99 euro al mese.
E’ difficile immaginare che Amazon possa acquistare tutta la Serie A, quindi si prospetterebbe una spartizione magari con un’ente come Sky che difficilmente si priverà dei diritti del campionato italiano.