Di seguito la formazione ideale del 23° turno di Serie A: due giocatori si sono meritati voti alti in pagella: Musa Barrow, autentico mattatore dell’anticipo di venerdì che ha visto il Bologna espugnare l’Olimpico di Roma e Zlatan Ibrahimovic, nonostante il ko del derby. Gianluca Lapadula domina in Napoli-Lecce.

LUKASZ SKORUPSKI
Roma-Bologna 2-3

Incolpevole sulle due reti, sale in cattedra nel finale con parate che valgono il successo.

DAVIDE FARAONI
Hellas Verona-Juventus 2-1

Dalle sue parti gioca Ronaldo e non può essere una serata semplice. L’esterno, però, gioca con coraggio, sfiora il gol e sgroppa sulla fascia per tutti i 90′. Instancabile.

MARASH KUMBULLA
Hellas Verona-Juventus 2-1

Prestazione sontuosa nel giorno del ventesimo compleanno. Gli annullano un gol, lui si riscatta annullando tutti gli attaccanti bianconeri.

STEFAN DE VRIJ
Inter-Milan 4-2

Quando può ci mette sempre la pezza. Il problema è che non è onnipresente e non è clonabile. In più ha la bravura del gol da centravanti di area di rigore.

ROBIN GOSENS
Fiorentina-Atalanta 1-2

Tiene basso Lirola e difende senza patemi. E’ uno dei migliori come sempre. Non sbaglia quasi niente anche se risulta poco incisivo in avanti.

MATIAS VECINO
Inter-Milan 4-2

Ha il grave torto di sprecare un rigore in movimento centrando sì la porta, ma calciando in bocca a Donnarumma. Nella seconda occasione non sbaglia, per tutto il secondo tempo riesce a inserirsi con i tempi giusti.

RUSLAN MALINOVSKI
Fiorentina-Atalanta 1-2

Entra e segna, meglio di così non poteva fare. Il suo tiro è bello e preciso, anche se sfrutta un errore tecnico di Dragowski. Decisivo.

MARCELO BROZOVIC
Inter-Milan 4-2

Spesso Kessie o Calhanoglu gravitano nelle sue zone, lui trova poche volte la verticalizzazione giusta nel primo tempo. Con il suo gol si sveglia tutta l’Inter che ritorna in vita dopo un primo tempo inanimato.

GASTON RAMIREZ
Torino-Sampdoria 1-3

È il più pericoloso nell’arco dell’intera partita. La rete del pareggio, su punizione, è un gioiello di rara bellezza. Si ripete pochi minuti dopo sfruttando una disattenzione della difesa granata.

GIANLUCA LAPADULA
Napoli-Lecce 2-3

Altri due gol, un giocatore ritrovato e rinato sotto la guida di Fabio Liverani. Pericolo costante, grande uomo d’area.

ZLATAN IBRAHIMOVIC
Inter-Milan 4-2

Mostruoso. Da fermo è l’unico a determinare qualcosa per il Milan, completamente aggrappato a lui. Fa l’assist, segna il 2-0, poi colpisce il palo da un passo, vicinissimo al 3-3.

MUSA BARROW
Roma-Bologna 2-3

Schierato esterno offensivo, fa a fette la Roma. Un assist e due gol. Imprendibile non solo quando accelera, ma anche nella velocità palla al piede. Mihajlovic lo ha voluto, stasera si è capito perché.