Meluso: “Ecco il punto sugli infortunati. Tra Lecce e Atalanta netto divario”

Mauro Meluso, direttore sportivo del Lecce, ha parlato a La Gazzetta del Mezzogiorno facendo il punto della situazione i casa giallorossa in vista della sfida di campionato contro l’Atalanta di Gasperini.

Questo il suo pensiero: “Che tra il Lecce e la Dea ci sia un netto divario non lo scopro certo io. Considerata la forza degli avversari, il prossimo è il classico match nel quale, per ottenere un risultato utile, il nostro complesso dovrà dare più del cento per cento e sperare che, al contempo, l’undici guidato da Gasperini non si esprima al top delle proprie possibilità. Per fortuna, nel calcio, non ci sono risultati scritti in partenza perché a decidere è sempre il campo. Ho visitato il centro sportivo che il club orobico ha realizzato a Zingonia e si tratta di un autentico gioiello. Ogni anno, la Dea sforma talenti che alimentano la rosa della prima squadra, prendendo il posto dei calciatori di spessore che vengono ceduti. I nerazzurri esprimo un ottimo calcio e stanno facendo benissimo in campionato come in Champions. L’Atalanta merita solo complimenti ed è un modello”.

Il direttore sportivo dei giallorossi dice la sua anche sul capitolo infortunanti che sta mettendo in seria difficoltà Fabio Liverani nelle scelte di chi schierare in campo ogni giornata di campionato:  “Ha recuperato il trequartista Saponara, che ad inizio settimana si è aggregato ai compagni, e questa è una buona notizia. Farias dovrebbe rientrare a Lecce domenica, già condizionato, mentre Babacar è sulla strada del pieno recupero e le sue condizioni saranno valutate ulteriormente domani. Falco ne avrà per altri 20 giorni circa. Sono assenze pesanti e purtroppo, sotto questo profilo, nella stagione in corso siamo stati alquanto sfortunati perché le statistiche dicono che siamo primi negli infortuni derivanti da contatti di gioco e questa circostanza chiarisce meglio i meriti della squadra per ciò che ha saputo dare sino ad oggi”.