Spal-Lecce: tutti i precedenti. Ecco il bilancio dei giallorossi

Questa sera, nel primo turno infrasettimanale di questa stagione, dopo ben 26 anni torneranno ad affrontarsi, allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara, Spal e Lecce. Tra le due squadre sarà l’ottavo confronto ufficiale in campionato in terra romagnola ed il primo in Serie A. Nei sette precedenti, tutti valevoli per la serie cadetta, il bilancio per il Lecce è di sei pareggi e una sconfitta con sei reti fatte e otto subite.

LA PRIMA – Il primo confronto ufficiale è datato 5 dicembre 1948 e la partita terminò a reti inviolate per merito della difesa leccese che ostacolò in ogni modo il ben più quotato avversario. Quel giorno la squadra giallorossa scese in campo con Eberle, Ciccone, Realini, Natale, Compiani, Gavazzi, Stabellini, Achilli, Silvestri, Mosca, Celani. Allenatore era il barese Raffaele Costantino che è stato il primo giocatore della Nazionale Italiana ad aver ricevuto la prima convocazione senza aver fino ad allora esordito in Serie A.

DOPPIETTE – Nelle stagioni 1979/80 e 1981/82 le partite con più reti, in entrambe le occasioni le gare terminarono con il risultato di 2-2. Il 25 novembre 1979 grande protagonista dell’incontro fu l’attaccante Sergio Magistrelli che, grazie ad una doppietta, ristabilì il risultato di parità dopo l’iniziale doppio vantaggio spallino con cui si era conclusa la prima frazione di gioco. Il 4 aprile 1982 toccò invece ad un altro attaccante, Giancarlo Tacchi, firmare un’altra bella doppietta con l’ultimo gol arrivato proprio ad un minuto dalla fine della partita dopo che Improta aveva sbagliato un calcio di rigore.

L’ULTIMO INCROCIO – Come già detto l’ultimo precedente risale a ben 26 anni fa. Esattamente il 3 gennaio 1993 i “ragazzi terribili” di Bruno Bolchi, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Notaristefano, pareggiarono per 1-1 con gol del bomber Antonio Rizzolo. Quel giorno ad osservare la partita vi erano anche gli ex leccesi Franco Causio e Rodolfo Vanoli (tesserato della Spal, era in tribuna per squalifica). Allenatore della squadra di casa era Rino Marchesi che un anno più tardi sarebbe diventato allenatore giallorosso  subentrando a Nedo Sonetti.

L’AMICHEVOLE – Come si può ben vedere nel dettaglio delle gare tra Spal e Lecce tra il primo e il secondo precedente vi è un divario di 29 anni. In questo periodo infatti la Spal è stabilmente nell’élite del calcio italiano(16 stagioni in Serie A) mentre il Lecce è stabilmente in Serie C. Il 31 agosto 1952 viene però giocata una gara amichevole tra le due squadre che richiama tantissimi tifosi leccesi ad assistere al match dalle tribune del “Carlo Pranzo”. La gara viene giocata per un accordo tra le due società legato alla cessione del centromediano Giorgio Bernardin alla squadra spallina. Incredibilmente il Lecce vince la partita per 4-2 contro il più quotato avversario con le reti di Prevosti, Bislenghi (doppietta) e Cardinali. Proprio Bernardin nel corso del secondo tempo è costretto ad uscire a causa di un leggero infortunio).

 

Iweblab