Il Lecce volta pagina ed abbatte la Spal

Le prestazioni ed i risultati del Lecce, in questo primo scorcio di campionato, ricordano proprio le montagne russe. Si passa da sconfitte nelle quali non si riesce ad entrare in partita a vittorie fuori casa meritate e che esaltano l’ambiente. Noi crediamo che Liverani non abbia ancora trovato la “quadra” a causa di infortuni e condizione di alcuni deficitaria e quella che stiamo vedendo in questo primo scorcio di campionato non sia del tutto la squadra che lui ha in mente. Nel frattempo però mette sei punti in cascina, tutti conquistati fuori casa e scala la classifica uscendo dalla zona retrocessione.

Stavolta la formazione messa in campo è quella più logica, non che avesse molta scelta viste le assenze, ma al di là degli uomini scesi in campo, ciò che ha tranquillizzato è stata la determinazione vista negli occhi degli interpreti e successivamente quella nelle giocate in campo. La brutta sconfitta col Napoli e le giuste recriminazioni che ne sono seguite, probabilmente hanno fatto esprimere tutti al meglio delle loro risorse, vincere fuori casa è sempre difficilissimo.

La partita si è messa subito sui giusti binari grazie a Babacar che ha inventato un’azione tambureggiante ed è andato a procurarsi il primo rigore, trasformato da Mancosu. Poi il Lecce ha subito il solito gol, concesso agli avversari a causa di lettura sbagliata dell’azione, gol da fuori con i centrocampisti che si lasciano spostare dall’inerzia dell’azione e chiudono in ritardo su Di Francesco. Stavolta però la reazione dei giallorossi è durissima; Falco, Rispoli, Babacar sfiorano il raddoppio, cosa che riesce ad inizio del secondo tempo a Calderoni che segue l’azione come suo solito, spara un bolide di sinistro e grazie ad una deviazione mette alle spalle del portiere avversario. Poi il Lecce gestisce bene, anche se sulla pressione della Spal ricorda di avere un super-Gabriel in porta. Mancosu ancora sugli scudi, si procura e trasforma il rigore che mette in soffitta il risultato.

I nuovi si sono mossi abbastanza bene, soprattutto Babacar ed abbiamo intravisto nelle movenze di Imbula una grande personalità. Quando saranno a pieno regime ci sarà da divertirsi. Domenica intanto arriva la Roma, una squadra che ha perso in casa con l’Atalanta e vorrà riprendere la marcia. Il Lecce dopo la vittoria contro la Spal può pensare di fare il salto di qualità, inaugurando finalmente il Via del Mare, stadio nel quale è ancora all’asciutto di punti.

Iweblab