Dalla C alla A, fino all’inferno: al Kick Off gli eroi della doppia promozione del Lecce

Dopo averli visti esultare ed alzare le coppe che in queste ultime due stagioni hanno consentito al Lecce di effettuare la doppia scalata dalla Serie C alla A, viene l’amaro in bocca nel vedere Ciccio Cosenza, Costa Ferreira, Andrea Saraniti, Mattia Persano, Radoslav Tsonev e Linas Megelaitis allenarsi dafuori rosa al Kick Off Sport Center di Castromediano. I sei, oggi assente Stefano Pettinari, si allenano dai primi di luglio ogni giorno con un caldo infernale alle 10 del mattino senza batter ciglio: lavorano soffrendo in silenzio agli ordini del preparatore atletico Paolo Redavid in attesa di un’offerta seria ed importante da parte di qualche club che al momento non sembrerebbe arrivare. Ma quale è la loro situazione? 

1. COSENZA

E’ il pezzo da 90 del mercato in uscita del Lecce. Il vero leader dello spogliatoio giallorosso di questi ultimi anni è stato messo fuori rosa con appeso su il cartello vendesi. Il forte centrale difensivo ex Reggina e Pro Vercelli ha diversi estimatori tra Serie B e C, ma ha un ingaggio da Top Player per entrambe le categorie. Al momento l’unica soluzione per il Lecce sembrerebbe una ed una sola: liberarsi del contratto garantendo a Cosenza un’ottima buona uscita. Un salasso per le casse giallorosse, ma altre vie di mezzo non sembrerebbero esserci.

2. COSTA FERREIRA

Dopo aver conquistato la promozione in Serie B con il Trapani, il portoghese è tornato nel Salento. Diverse offerte dalla cadetteria, ma al momento vuole aspettare per cercare di capire quale possa essere la migliore destinazione per lui. Il Trapani vorrebbe riportarlo in Sicilia, Costa Ferreira non chiude la porta ma valuta offerte anche di altri club.

3. MEGELAITIS

Con la Sicula Leonzio ha giocato poco nell’ultima stagione. Per lui resta difficile, ad oggi, una collocazione. Il lituano continua ad allenarsi in attesa di una chiamata. Ad inizio mercato c’è stato un sondaggio del Bisceglie, ma poi il nulla.

4. PERSANO

La punta cresciuta nel Settore Giovanile del Lecce è in scadenza di contratto. Difficilmente il Lecce proporrà un rinnovo, la sua sarà una cessione a titolo definitivo. L’importante esperienza all’Arezzo nell’ultima stagione ha, comunque, attirato l’attenzione di diversi club di Serie C.

5. SARANITI

Andrea Saraniti è uno dei ‘big‘ che continua ad allenarsi fuori rosa dai primi di luglio. L’operazione che, nel gennaio 2018, portò l’attaccante nel Salento, costò complessivamente 150 mila euro alla società giallorossa. Adesso il Lecce, complice l’altissimo ingaggio di Saraniti, ha difficoltà a piazzarlo. La punta siciliana si allena con massimo impegno e resta in attesa di chiamata da parte di un club che possa garantire un progetto tecnico serio. Saraniti, negli scorsi giorni, ha respinto la bassissima proposta economica del Monopoli.

6. TSONEV

Sono andato persino a casa sua! Appena ho saputo che non avrebbe rinnovato il contratto con il Levski, mi sono messo all’opera per portarlo in giallorosso. Il primo incontro con il suo agente Picherri non andò a buon fine, ero arrabbiatissimo e per un attimo ho pensato di lasciar perdere. Decisivo è stato a quel punto l’intervento dell’avvocato Saverio Sticchi Damiani che, sapendo quanto stimassi Radoslav, mi spinse a chiudere la trattativa senza badare a spese“. Nel novembre 2016 furono queste le dichiarazioni del ds del Lecce, Mauro Meluso, ai microfoni di gianlucadimarzio.com. Tsonev, ex nazionale dell’Under 21 della Bulgaria, fu un investimento molto oneroso per le casse della società giallorossa. Ad oggi il bulgaro è fuori rosa ed in attesa di chiamata da club di Serie B e C. Da quello che filtra il Lecce vorrebbe cederlo solo con la formula del prestito secco, ma al momento nessuna trattativa sembrerebbe essere stata intavolata.