Conte: “Lecce? Sono emozionato. Sono nato lì e lo porto nel cuore”

Antonio Conte, tecnico dell’Inter, ha parlato in vista della sfida di domani sera contro il Lecce.

Questo il suo pensiero in conferenza stampa: “La sfida con il Lecce? Tanta emozione. Sono nato lì e ho Lecce nel cuore. E’ sicuramente una sfida particolare, il sorteggio è stato particolare ma sono contento di affrontarlo perché lo faccio in Serie A. Vengono da due anni incredibili e sarà bellissimo rivedere tantissime persone con cui ho ancora rapporti. Sarà sicuramente una bella partita. Al Lecce mi vincolano legami familiari molto forti”.

Obiettivo scudetto: ‘‘Stiamo lavorando in questa maniera, la rincorsa è iniziata. Devo essere obiettivo e dire che sicuramente c’è un gap da Juventus e Napoli. Noi però non vogliamo porci limiti, solo il tempo potrà dirci per cosa lotteremo. Di sicuro c’è una cosa certa: noi non dobbiamo lavorare bene, dobbiamo lavorare meglio degli altri per fare qualcosa di straordinario. Ho fiducia nel gruppo di calciatori che ho perché ha voglia di fare. Quando c’è questo non bisogna porsi limiti ben sapendo che la strada sarà in salita”.

Obiettivo 3 punti – ‘‘E’ sempre importante cercare di partire con una vittoria ma è importante per me e per i nostri tifosi vedere in campo il giusto atteggiamento, la giusta passione e il giusto rendimento. Vogliamo cercare di portare un’idea affinché il tifoso si possa riconoscere nella squadra. Ci tengo tanto a questo, voglio creare entusiasmo con la partita affinché il tifoso interista sia orgoglioso della propria squadra. C’è un ambiente nuovo da conquistare però sapete benissimo che l’unico mezzo a disposizione è quello di lavorare sodo e di costruire qualcosa di importante”.

Iweblab