Gabriel: “Si vedeva che il Lecce sapeva giocare a calcio. Metto a disposizione la mia esperienza”

Il nuovo portiere del Lecce Gabriel, la scorsa stagione al Perugia agli ordini di Alessandro Nesta, si presenta alla stampa dopo che già ieri ha svolto il suo primo allenamento in maglia giallorossa.

Ecco le sue parole: “Ho girato molto in Italia e penso di avere un po’ di esperienza da mettere a disposizione del Lecce. Farò comunque del mio meglio perché ho tanta ambizione e anche molta rabbia”. Lo scorso anno come avversario: “Si vedeva che il Lecce aveva già un’idea di gioco ed era bello vederlo giocare. Oggi posso vedere da vicino questo gioco e sono contentissimo”.  

E poi: “Ho avuto diversi allenatori bravi e ho cercato di imparare qualcosa da tutti. Nel calcio moderno il portiere è diventato importante per la costruzione del gioco e penso che con Liverani sarà proprio così”. 

Vivrà una rivalità con Vigorito per il ruolo di primo: “Con lui ho un buon rapporto e penso che alla fine avremmo tutti la stessa importanza dentro e fuori dal campo perché serve la compattezza del gruppo e quando c’è questa si possono superare i momenti difficili”.

Conosce già qualcuno: “Ho giocato per sei mesi con Tachtsidis e anche lui mi ha consigliato di venire qua nonostante vessi già le idee chiare. Mi ha confermato ciò che pensavo”. 

Iweblab