Pagelle Lecce: Palombi e Vigorito i migliori in campo

Vigorito 7: dopo un quarto d’ora commette una leggerezza che poteva costare carissimo quando regala la palla a Citro in mezzo al campo, ma è bravo a porvi rimedio con un grande intervento di piede. Per il resto risponde presente ogni qualvolta viene chiamato in causa e sul finale salva il risultato: la parata su Vrioni vale quanto un gol.

Venuti 6: colpisce il palo con un tiro-cross nel primo tempo, è un vero pungolo che infilza la retroguardia veneziana lungo l’out di destra quando ne  ha la possibilità. Soffre un po’ più del dovuto in fase difensiva.

Lucioni 6: alterna interventi ruvidi da stopper vecchio stampo ad eleganti uscite palla al piede. Prestazione come sempre solida, unica pecca l’ammonizione che lo costringe a saltare il prossimo match.

Meccariello 5,5: una buona partita al centro della difesa, macchiata da un errore in occasione del gol del Venezia quando si perde Citro al centro dell’area.

Calderoni 5,5: solita partita di sacrificio lungo la fascia, arriva spesso sul fondo ma non è preciso nei cross. Colpisce un palo con un sinistro dalla lunga distanza e con la complicità del portiere avversario.

Petriccione 6: fa un po’ più fatica del solito, soprattutto quando c’è da rintuzzare sugli attacchi degli avversari. A centrocampo però la sua presenza si fa sempre sentire, dai suoi piedi nasce il gol del pari.

Tachtsidis 6,5: Muove un’infinità di palloni a beneficio dei compagni, cerca sempre la giocata di prima verticalizzando in profondità. L’impianto di gioco del Lecce ruota attorno a lui, autentico catalizzatore. Un po’ stanco, cala alla sulla distanza fino al momento della sostituzione.

>>> Falco s.v.

Haye 6: un buon debutto dal primo minuto per il centrocampista olandese, gioca tanti palloni con personalità e cuce buone trame di gioco. Dimostra di avere ottime qualità tecniche.

>>> Tabanelli 6,5: entra più che bene in partita, fornisce un contributo importante in entrambe le fasi e va vicino al gol con un grande mancino da fuori area.

Mancosu 6,5: il Lecce non può fare a meno del suo dinamismo e del suo lavoro preziosissimo tra le linee, regala ottime imbucate per i suoi compagni nel reparto offensivo.

Palombi 7: un vero rapace d’area, si fa trovare al posto giusto nel momento giusto e segna il gol del pari. Gioca la solita partita generosa attaccando gli spazi e muovendosi molto lungo il fronte d’attacco.

La Mantia 5,5: non una gran partita la sua, appare spesso avulso dal gioco e quando ha l’opportunità di colpire verso la porta avversaria spara il pallone fuori dallo stadio. Ha però il merito di essere l’assist-man dell’1-1 con una gran torre in area per palombi

>>> Tumminello 6: si fa vedere spesso, ha voglia di mettersi in mostra ma ha pochissimi palloni giocabili.

Liverani 6: la solita partita di personalità del suo Lecce che anche dopo lo svantaggio non si demoralizza e riacciuffa subito il pari. La sua squadra macina tanto gioco e ha sempre in mano il pallino del match, è però poco efficiente negli ultimi metri e spesso non riesce a finalizzare la grande mole di gioco espressa.