header logo

La Serie A deve ancora finire, con l’ultima giornata spalmata tra oggi, domani, sabato e domenica, eppure circolano già le prime voci riguardanti gli allenatori, il primo tassello che tutte le società vogliono mettere a posto prima di iniziare a programmare la prossima stagione.

Quelli che restano di sicuro 

In questo spazio non parleremo del Lecce, anche se la società giallorossa è assolutamente intenzionata a confermare il proprio tecnico Luca Gotti, che tanto bene ha fatto nei due mesi vissuti sulla panchina del club salentino.
Tra le big, in ogni caso, Inter, Lazio e Roma sembrano assolutamente ben disposte nel proseguire con i tecnici che chiuderanno questo campionato: rispettivamente Inzaghi, Tudor e De Rossi. Più in basso in classifica, invece, l’altra certezza arriva da Genova sponda rossoblù. Alberto Gilardino ha confermato quanto di buono lasciato intravedere nella passata stagione ed adesso vuole costruire una squadra in grado di ottenere un’altra salvezza tranquilla, con vista piazzamento europeo.

Massimiliano Allegri

Chi sembra voler cambiare

La Juventus, secondo quanto riportato da Calcio & Finanza, pare aver trovato un accordo di massima con Thiago Motta. Ecco, quindi, che questo arrivo in bianconero dell’ex centrocampista della Nazionale italiana potrebbe innescare un effetto domino con diversi cambi sulle panchine delle squadre italiane. Proprio i rossoblù, quindi, accettato di buon grado l’addio di Motta, dovrebbero poi mettersi alla ricerca di un tecnico che possa preparare la storica stagione che dovranno affrontare: con tanti impegni ravvicinati tra campionato e Champions League.

Milan e Napoli attendono la fine del campionato per ufficializzare i nuovi tecnici. Pioli potrebbe passare dai rossoneri ai partenopei, sebbene per gli azzurri sullo sfondo ci siano anche Antonio Conte e Gian Piero Gasperini. L’ex tecnico della Juventus  piace parecchio al Milan, che vorrebbe provare a portarlo a San Siro. L’alternativa potrebbe essere rappresentata da Fonseca, ex Roma e quest’anno al Lille.

In casa Atalanta, invece, è ancora incerto il futuro del tecnico, sebbene la sua esperienza con i bergamaschi potrebbe essere arrivata al capolinea di un lungo ciclo che si è concluso proprio con la finale di ieri sera. Anche Fiorentina, Verona, Cagliari, Torino e Monza, infine, dovrebbero cambiare guida tecnica a partire dall’ultima stagione. In casa granata il nome forte è quello di Vanoli, impegnato adesso con i playoff di B con il suo Venezia, mentre per i brianzoli pare essere corsa a due tra Nesta e Pirlo, due vecchi pupilli di Adriano Galliani.

E le neopromosse?

Il Como dei fratelli Hartono ha già confermato in blocco il duo Fabregas-Roberts, mentre si attendono notizie da Parma, con Pecchia che sembra in pole position per giocarsi una stagione da protagonista in A con i ducali. In ogni caso, il valzer delle panchine è appena iniziato e presto potrebbero esserci novità interessanti.

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Gotti cambia il trend: in trasferta ora si fanno punti