header logo

Roberto D’Aversa, durante la conferenza stampa di questo pomeriggio, ha parlato di vari temi, toccando anche l’argomento riguardante il modulo con il quale il Lecce scenderà in campo, l’atteggiamento che la sua squadra dovrà dimostrare e l’interesse verso la formazione Primavera ed i suoi interessanti ragazzi. Ecco di seguito le sue risposte: 

MODULO E SINGOLI 

“Se vogliamo dare numeri, giocheremo col 4-3-3 dove la variante è il vertice basso o il vertice alto. Può diventare 4-2-3-1 alla luce dell'avversario. Questi sono numeri, il calcio è fatto di interpretazioni”.

Non mi esprimerò sui singoli, ma abbiamo le idee chiare col direttore. La squadra ha raggiunto obiettivi importanti poiché ha approcciato il campionato con determinazione. Dobbiamo ripeterci partendo dall'atteggiamento".

PRIMAVERA

“Sul comunicato uscirà chi verrà in ritiro della Primavera. Ho visto qualche partita, in una contro la Samp mi hanno impressionato 2-3 ragazzi. Loro devono vivere l'entusiasmo e non sentirsi arrivati”.

ATTEGGIAMENTO 

“In A statisticamente chi vince ha la miglior difesa. Ciò non significa che bisogna essere remissivi. L'anno di Liverani incise molto la pausa del covid. Non voglio parlare del lavoro degli altri. In A la miglior difesa ti porta a raggiungere obiettivi. Non faccio proclami. Prometto solo un grande atteggiamento”.

Il mister ha voluto togliere subito ogni dubbio riguardo il sistema di gioco che adotterà nel Salento. Ancora non possiamo stabilire quali siano le similitudini con il 433 di Marco Baroni e quali invece le differenze con il modulo del tecnico toscano. Tutto riguarderà l’interpretazione dei ruoli e come i giocatori sapranno adattarsi ai dettami tattici di mister D’Aversa. Non vediamo l’ora di vedere questo nuovo Lecce all’opera e già nel periodo di ritiro a Folgaria di sicuro i giallorossi scenderanno in campo in qualche amichevole per prepararsi all’inizio della prossima stagione. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"