header logo

Continua a far discutere l'espulsione di Nikola Krstovic in Milan-Lecce e, oltre al danno, per i salentini è arrivata la beffa. Non ci riferiamo alla giornata di squalifica che il centravanti scontrerà nello scontro diretto salvezza con l'Empoli, ma al fatto che in serie A la stessa fattispecie sia stata valutata diversamente in meno di 24 ore.

Krstovic espulso contro il Milan: cos'è successo

A pochi minuti dal termine del primo tempo a San Siro, l'attaccante prova a stoppare al volo un cross arrivato dalla destra, al limite dell'area. Krstovic alza la gamba destra e, solo al termine del gesto tecnico, incrocia con lo sguardo il calciatore del Milan, alle sue spalle. L'impatto tra i due diventa ormai inevitabile ed il piede del giallorosso impatta sulla parte alta del braccio dell'avversario.

Il direttore di gara Massimi estrae subito il cartellino rosso ed il VAR fa tornare l'arbitro sui suoi passi. Marelli, opinionista per DAZN ed ex arbitro, ha approvato la decisione sia in diretta sia all'intervallo:

Gamba veramente molto alta. Decisione coraggiosa da parte di Massimi ma che a mio parere ci sta. Non c’era volontà di far male, ma il fallo di gioco prescindere dalla volontà. Ciò che conta è la pericolosità.

Saelemaekers ammonito contro il Frosinone: cos'è successo

L'intervento punito dal direttore di gara Orsato, in questo caso, poteva essere davvero rischioso per il difendente. L'esterno del Bologna alza molto la gamba e va a contratto con l'avversario, che è in anticipo sul pallone con un colpo di testa. Rispetto al fallo di Krstovic contro il Milan, la gamba è più alta e Saelemaekers vede l'avversario, che andando verso la sfera con la testa rischia tanto.

Due trattamenti diversi in meno di 24 ore: errore di Massimi o di Orsato?

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
L’Empoli vince, il Frosinone pareggia: il Lecce a +3 sulla zona salvezza