SEGUICI SU TWITCH

IL COMPENDIO

Al via i playoff: la guida di Pianetalecce per seguirli al meglio

Scritto da Patrizio Negro  | 
La guida definitiva sui PLAYOFF

Aggiornata al 18 Maggio, ore 8.45

Con l'ultima giornata di campionato regolare che ha ufficialmente sancito la promozione in Serie A di Empoli e Salernitana, il campionato cadetto entra nella fase calda del suo epilogo, schiudendo le porte dei playoff

Per il Lecce - e per i suoi tifosi - si tratterà dell'ultimo viatico per la promozione nella massima serie. Proprio per questa ragione, abbiamo deciso di riportare, in questo articolo, tutte le informazioni relative alla cavalcata promozione; una sorta di guida pratica per conoscere tutti gli aspetti di questo mini tour de force che può davvero segnare il ritorno dei giallorossi nel calcio che conta.


Regolamento 
 

Il terzo e ultimo posto utile alla promozione in Serie A è assegnato tramite playoff - articolati attraverso un turno preliminare, semifinali e finale - a cui accedono le sei formazioni classificate dalla terza all'ottava posizione della graduatoria del campionato regolare, così come riportate di seguito:

  • Monza (3° posto)
  • Lecce (4° posto)
  • Venezia (5° posto)
  • Cittadella (6° posto)
  • Brescia (7° posto)
  • Chievo Verona (8° posto)

La determinazione delle squadre in settima e ottava posizione è avvenuta attraverso la classifica avulsa, che ha premiato il Brescia e il Chievo, ma ha escluso la Spal, sebbene tutte e tre le compagini abbiano concluso la stagione regolare con lo stesso numero di punti (56).

La struttura dei playoff prevede che la quinta classificata affronti l'ottava e la vincitrice giochi poi contro la quarta; la sesta incontra la settima e la vincitrice sfida la terza. Le due vincenti disputano, infine, la finale per la promozione. Il regolamento dei playoff stabilisce quanto segue:

  • i turni preliminari tra quinta e ottava e tra sesta e settima prevedono una partita unica sul campo della meglio piazzata nella stagione regolare. Nel caso di pareggio al termine dei tempi regolamentari, si disputano i supplementari. Se persiste la parità, passa il turno la squadra meglio classificata nella regular season, senza ricorrere ai calci di rigore;
  • le semifinali, invece, prevedono una gara di andata in casa delle squadre che hanno disputato il turno preliminare e una di ritorno in casa della terza e della quarta classificata nella regular season. In caso di parità nel risultato aggregato, passa in finale la squadra meglio classificata nella stagione regolare, senza la disputa dei supplementari e tantomeno senza i calci di rigore;
  • la finale si disputa tra le vincenti delle semifinali con gare di andata e ritorno, di cui quest'ultima in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità, viene promossa in Serie A la squadra meglio classificata nella stagione regolare, senza la disputa dei supplementari nè dei calci di rigore. Nel caso in cui le due finaliste avessero terminato la stagione regolare a pari punti, la gara di ritorno prevederebbe i tempi supplementari ed eventuali calci di rigore.

Una doverosa precisazione, anche se può sembrare scontata: nei playoff, in caso di parità dei risultati aggregati, i gol realizzati in trasferta non valgono doppio (così come avviene, ad esempio, nelle coppe europee), pertanto ogni gol avrà una valenza singola.


Tutte le gare: date e orari
 

Turno preliminare (gara 'secca')
Giovedì 13 maggio 2021, ore 18.00: Cittadella-Brescia 1-0 (40' Proia)
Giovedì 13 maggio 2021, ore 21.00: Venezia-Chievo Verona 3-2 (10' rig. Garritano [C], 60' aut. Bertagnoli [V], 104' rig. Mogos [C], 107' Maleh [V], 116' Johnsen [V])

Semifinali di andata
Lunedì 17 maggio 2021, ore 18.30: Cittadella-Monza 3-0 (13', 22' e 85' Baldini)
Lunedì 17 maggio 2021, ore 20.45: Venezia-Lecce 1-0 (47' Forte)

Semifinali di ritorno
Giovedì 20 maggio 2021, ore 18.30: Lecce-Venezia
Giovedì 20 maggio 2021, ore 20.45: Monza-Cittadella

Finali
Domenica 23 maggio 2021, ore 21.15: andata, in casa della peggiore classificata
Giovedì 27 maggio 2021, ore 21.30: ritorno, in casa della migliore classificata

Mariusz Stepinski, autore di una doppietta nel pareggio casalingo contro la Reggina, ultimo risultato utile della regular season

Dove e come vedere i playoff
 

Ovviamente, i playoff di Serie B verranno trasmessi integralmente sulla piattaforma DAZN, così come avvenuto per tutto il corso della regular season. Al momento, il palinsesto ufficiale di RaiSport non prevede la copertura di nessuna gara, nemmeno della finale di andata. Bisognerà verificare se ci sarà spazio per la trasmissione di quella di ritorno.


Vantaggio (ipotetico) della terza e quarta classificata

Il Monza e il Lecce hanno, sulla carta, un vantaggio considerevole rispetto alle altre compagini che si affacceranno ai playoff. Innanzitutto, perché si troverebbero a disputare potenzialmente 4 gare (anziché 5) per poter raggiungere la promozione. Inoltre, beneficeranno di un periodo di maggior riposo rispetto alle altre squadre in quanto tornerebbero a calcare il campo di gioco ad una settimana dall'ultima sfida di campionato regolare (mentre gli altri team giocheranno, di fatto, ogni tre/quattro giorni). In più, avranno la possibilità di giocare la gara di ritorno della semifinale in casa in virtù del loro miglior piazzamento nella regular season. Infine, il posizionamento migliore rispetto alle avversarie delle semifinali permetterebbe il passaggio del turno (quindi l'accesso in finale) nel caso in cui le sfide di andata e di ritorno delle semifinali stesse termineranno con un identico risultato aggregato. E' comprensibile come, in un mini torneo come quello dei playoff, qualsiasi facilitazione possa essere considerata decisiva


Stato di forma delle squadre partecipanti ai playoff

Prendendo in esame le ultime 5 giornate della regular season, possiamo notare come le due formazioni più in forma sono senza dubbio il Monza e il Brescia (con quattro vittorie e una sconfitta), sebbene le rondinelle abbiano conquistato i 12 punti nelle ultime 4 gare, mentre i lombardi abbiano perso il match di chiusura, casualmente proprio contro il Brescia.

A seguire, c'è il Cittadella, con un ruolino di tre vittorie, un pareggio e una sconfitta; poi, troviamo il Chievo, che ha incamerato due successi, due pareggi e una sconfitta; appresso il Venezia, con una vittoria, tre pareggi e una sconfitta. 

Il Lecce, purtroppo, è la squadra dei playoff con il peggior stato di forma, visto che arriva all'appuntamento con il finale di campionato con una sola vittoria, un pareggio e tre sconfitte conseguiti negli ultimi 5 match.

Sempre tenendo in considerazione le ultime 5 gare della stagione regolare, è purtroppo proprio il Lecce ad avere la differenza reti peggiore fra le sei compagini che affronteranno i playoff (-3, frutto di 6 gol realizzati ma 9 subiti); Brescia (+6, con ben 14 reti all'attivo e 8 al passivo) e Monza (+5, con 9 segnature e solo 4 gol presi) confermano il loro trend positivo; a seguire c'è il Chievo (con +3, differenza fra i 10 gol realizzati e i 7 subiti), poi il Cittadella (+2, con 6 reti realizzate e 4 subite) e a seguire il Venezia (+1, visti i 7 gol all'attivo e i 6 gol al passivo).


Diffidati e squalificati

I playoff, con un perfetto colpo di spugna, rimuovono tutte le diffide accumulate fino al termine della stagione regolare, per cui Massimo Coda, Pablo Rodriguez, Liam Henderson e Marco Calderoni potranno approcciarsi alla volata promozione con il computo dei cartellini gialli totalmente azzerato. Discorso diverso per chi ha conseguito una squalifica nell'ultima giornata di campionato: il turno (o i turni) di stop dovranno essere scontati nella fase dei playoff. Fortunatamente, il Lecce affronterà la semifinale di andata senza alcun tesserato fermato dal Giudice Sportivo, mentre ad esempio il Monza dovrà fare a meno di Bellusci, espulso all'ultima giornata nel match contro il Brescia. Le stesse rondinelle dovranno fare a meno di Ndoj per il primo turno e il Chievo di Viviani: entrambi infatti erano giunti in diffida all'ultima gara del campionato regolare e, avendo subito un'ammonizione, sconteranno la giornata di squalifica ai playoff.

Durante lo svolgimento dei playoff si entra in diffida al primo cartellino giallo ricevuto e si viene pertanto squalificati al secondo. Al termine del turno preliminare, quindi, sono diffidati Adorni, Branca e Daniele Donnarumma del Cittadella e Ricci, Crnigoj, Svoboda, Fiordilino, Johnsen e Maleh per il Venezia

Dopo le semifinali di andata, per il Cittadella ricevono un ulteriore giallo Branca e Adorni (che pertanto sono squalificati per la semifinale di ritorno), mentre entrano in diffida Iori e Proia; per il Monza, vengono diffidati Frattesi e Diaw; per il Venezia, infine, viene diffidato Modolo. Nessun cartellino giallo per i tesserati del Lecce.


Claud Adjapong, fermo ai box da diverse settimane a causa della rottura del tendine d'Achille e sicuramente non disponibile per i playoff

Indisponibili per infortunio

Purtroppo, un po' tutte le squadre impegnate nei playoff avranno alcuni giocatori indisponibili per infortunio per tutta la durata della cavalcata promozione. La loro assenza potrà rivelarsi più o meno decisiva. Ecco i loro nomi:

  • Monza: Eugenio Lamanna (infortunio al legamento crociato)
  • Lecce: Claud Adjapong (lacerazione del tendine d'Achille)
  • Venezia: Antonio Vacca Junior e Luca Lezzerini (entrambi con rottura del legamento crociato), Lauri Ala-Myllymaki (infortunio al ginocchio che difficilmente gli permetterà un rientro per i playoff)
  • Cittadella: Tommaso Cassandro (problema fisico non specificato, è fermo ai box da 13 partite)
  • Brescia: Andrea Ghezzi (operato alla caviglia), Nikola Ninkovic (fuori dal 23 ottobre scorso per un incidente stradale), Luca Pandolfi (lacerazione del menisco laterale)
  • Chievo Verona: nessuno

Per lo staff medico giallorosso, inoltre, saranno da valutare le condizioni di Stefano Pettinari, che patisce una lesione ai flessori, così come quelle di Pablo Rodriguez, il quale soffre di qualche noia muscolare. Ad ogni modo, entrambi gli attaccanti dovrebbero trovare spazio nelle convocazioni di Eugenio Corini per la semifinale di ritorno contro il Venezia, prevista il 20 Maggio. Invece, Panagiotis Tachtsidis, Marcin Listkowski e Marco Calderoni hanno recuperato dai loro rispettivi infortuni e potrebbero essere impiegati durante i playoff.


Ai playoff ci sarà il VAR. A detta del presidente Sticchi Damiani, con la tecnologia in campo ‘avremmo avuto 11 punti in più e 1 in meno’

Introduzione del VAR

Come già confermato dalla Lega di B lo scorso 11 febbraio, i playoff vedranno la presenza della tecnologia VAR (Video Assistant Referee), la quale sarà pronta a dirimere le situazioni dubbie di gioco e a fornire un aiuto ai direttori di gara nelle interpretazioni arbitrali controverse che potrebbero verificarsi (e che spesso, durante la regular season, si sono dimostrate penalizzanti per i colori giallorossi).


Morten Hjulmand, centrocampista danese che sarà protagonista nella fase finale dell'Europeo Under-21

Convocazioni per gli Europei Under-21

La fase finale dell'Europeo Under-21 si terrà dal 31 Maggio al 6 Giugno prossimi e vedrà impegnati diversi talenti di varie nazionalità che si sono resi protagonisti di questa Serie B. L'unico tesserato del Lecce ad essere impegnato in questa manifestazione internazionale sarà Morten Hjulmand, il quale verrà presumibilmente convocato dalla nazionale danese Under-21 e dovrà affrontare i pari età della Germania il 31 Maggio alle ore 21.00 in Ungheria. 

Al momento in cui scriviamo, la federazione danese non ha reso nota ufficialmente la data del raduno, ma è ragionevole pensare che ciò avverrà qualche giorno prima del 31 Maggio. Una linea guida può essere estrapolata tenendo in considerazione la data del raduno della nazionale Under-21 italiana per la prima fase dell'Europeo di categoria: gli azzurrini si ritrovarono il 20 Marzo in vista del primo impegno, fissato per il 24 Marzo. Analogamente, potremmo supporre che ci sono i margini temporali per una eventuale partecipazione di Hjulmand alla finale di ritorno dei playoff (prevista per il 27 Maggio) e per una sua partenza il giorno dopo per raggiungere i compagni di nazionale in terra magiara. Attendiamo, comunque, comunicazioni ufficiali dalla Dansk Boldspil Union in merito, ma possiamo affermare con ragionevole fiducia che Morten Hjulmand prenderà parte interamente alla fase finale del campionato.


La Curva Nord. Purtroppo dovremo attendere ancora per rivederla gremita come ai vecchi tempi

Eventuale presenza dei tifosi allo stadio

A inizio playoff, non era prevista la partecipazione dei sostenitori sugli spalti per i playoff di Serie B, dato che il Comitato Tecnico Scientifico, d'intesa con il Governo, aveva stabilito che - alla luce dell'attuale emergenza sanitaria - il ritorno del pubblico negli stadi sarebbe stato autorizzato solo a partire dall'1 Giugno (quindi a playoff praticamente terminati) e solo per un massimo di 1000 spettatori, il cui accesso agli impianti sarebbe stato regolato da misure di sicurezza particolarmente stringenti.

Il nuovo DPCM del 18 Maggio 2021 ha confermato ufficialmente la data dell'1 Giugno per l'apertura al pubblico degli eventi all'aperto, per cui è esclusa la partecipazione dei tifosi anche alle finali.


Considerazioni finali

Il periodo di forma del Lecce dell'ultimo frangente di campionato, obiettivamente, non è così favorevole come avremmo volentieri auspicato, ma ci auguriamo tutti che la pausa di una settimana permetta agli uomini di Corini di ricaricare le pile e di accumulare tutte le energie psicofisiche per questo rush finale. 

Lo stop prima del filotto delle quattro gare di chiusura del campionato probabilmente, con il senno di poi, è stato più dannoso che utile al Lecce, ma nulla preclude alla squadra di poter tornare a dire la propria: magari, questa volta, il break fra campionato e playoff costituirà il punto di svolta, in positivo.

E' necessario che tutti (e il ‘tutti’ si traduce in società, tifosi, addetti ai lavori, giornalisti e semplici sostenitori) facciano quadrato attorno ai colori giallorossi. Bisogna vincere, e lo si può fare solo se si è tutti insieme. E bisogna, forse, affidarsi anche ai ricorsi storici: il Lecce ha affrontato i playoff di Serie B solo una volta*, nel 2008. E li ha vinti. Tocca a tutti noi, adesso, rinverdire i fasti del passato.

*qualcuno dirà che è avvenuto anche nel 1987, ma in quel caso si trattava di spareggi e la formula di accesso alla Serie A era molto diversa da quella degli attuali playoff


💬 Commenti