header logo

Giallorossi della formazione Primavera 1 impegnati questa mattina alle 13:00 al Centro Sportivo “Niccoló Galli” di Bologna (BO) per la 22a giornata del Campionato Primavera 1 TIM. Sfida salvezza per gli uomini di Coppitelli, che hanno affrontato i rossoblu in lotta per lo stesso obiettivo.

La formazione salentina, che si è presentata alla ventunesima giornata con un punto in più rispetto agli avversari, hanno allungato il margine di vantaggio, vincendo 1-3. 

La partita è stata sbloccata da Burnete, ieri in panchina a Torino e oggi titolare a Bologna; il centravanti rumeno con una girata ha battuto l'estremo difensore avversario. Il vantaggio è stato raddoppiato da Daka a pochi minuti dal termine del primo parziale; l'esterno italo-albanese ha riscattato la deludente prestazione contro l'Atalanta, siglando un bellissimo gol.

A nulla è servito il gol del momentaneo 1-2 messo a segno da Ravaglioni: a pochi minuti dal triplice fischio Burnete ha chiuso la gara con la sua doppietta personale. Il Lecce Primavera torna a sorridere e si allontana dalla zona rossa.

Minerva Gromek

Il tabellino

Bologna: Pessina, Nezirevic, Menegazzo ©, Hodzic(1’st Tonin), Ebone(1’st Ravaglioli), Svoboda, Diop(23’st Mercier), Baroncioni, Lai, Byar, Mangiameli. A disposizione: Gasperini, Carretti, Kongslev, Idaro, Zilio, Mukelenge, De Stefano. Allenatore: L. Vigiani

Lecce: Borbei, Addo, Pascalau, Mcjannet, Burnete ©, Yilmaz(12’st Samek) , Winkelmann(39’st Agrimi), Pacia(15’st Russo), Daka, Minerva, Esposito. A Disposizione: Lampinen - Skaug, Leone, Casciano, Metaj, Helm, Dell’Acqua, Kodor. Allenatore: F. Coppitelli

Marcatori: 19’pt Burnete, 40’st Daka, 10’st Ravaglioli, 44’st Burnete
Ammoniti: 17’pt Mcjannet, 25’pt Ebone, 29’pt Burnete, 17’st Menegazzo, 27’st Lai, 35’st Daka, 41’st Baroncioni, 48’st Tonin
Recupero: 2’pt, 6’st

Arbitro: Mattia Caldera della sez. di Como
Assistenti: Luca Bernardo della sez. di Milano - Stefano Peletti della sez. di Crema

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Liguori: "Possibile non si comprenda quanto è difficile la serie A?"