header logo

A poco più di una settimana dal termine del calciomercato estivo, il DS Stefano Trinchera è stato ospite di Piazza Giallorossa su Telerama. L'uomo mercato dei salentini ha trattato diversi argomenti tra cui la costruzione dell'organico, i prossimi movimenti in entrata con focus sull'attacco e la sfida di campionato contro la Fiorentina

Sull'organico e la filosofia da seguire nel calciomercato

“Nell’età media credo che siamo in Europa una delle squadre con l’età media più bassa, noi abbiamo questo percorso tracciato col club, di creare patrimonio puntando sui giovani e dobbiamo avere il coraggio di inserirli in prima squadra così come stiamo facendo ultimamente”.

Mercato in entrata: il reparto offensivo è al completo?

“Lo abbiamo detto più volte, si parlava di dover sostituire Ceesay ed è arrivato Krstovic, l’anno scorso avevamo un giovane come Colombo, quest’anno sostituito degnamente con Burnete. Ancora oggi ricordo cosa si diceva lo scorso anno quando Burnete era il capocannoniere della primavera, la frase ricorrente era – ma perché non gioca in prima squadra? Adesso è arrivato in prima squadra, con la Lazio ha fatto benissimo, ma ancora si rincorre la favola dell’attaccante che deve arrivare. 

Poi su Strefezza abbiamo riscontrato in positivo come idea, perché è un giocatore che ha una qualità immensa, che quel lavoro di prima punta lo sa fare benissimo, ed è un’idea studiata e lavorata che ci permette di avere un attaccante in più in quella zona del campo quindi non capisco perché più di qualcuno chiede ancora l’attaccante”.

Su Fiorentina-Lecce

“La Fiorentina non la scopro certo io, c’è pure il nostro amico Nzola, è una partita complicata, è una squadra che ha dimostrato anche con il Genoa che sono in forma strepitosa, e bisogna raddoppiare le forze, stare al massimo dell’attenzione”.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"