header logo

Non solo Lecce, anche in altri 28 comuni del Salento si è votato per il sindaco. Ecco i risultati.

La lista in ordine alfabetico

Andrano

Salvatore Musarò è stato eletto sindaco, ottenendo il 52,72% dei voti. Il suo avversario, Alessandro Panico, ha ottenuto il 47,28% dei voti.

Bagnolo

Irene Chilla ha vinto le elezioni amministrative a Bagnolo del Salento con il 54,41% dei voti, affermandosi contro Sonia Mariano, che ha ottenuto il 45,59%1. Questo risultato conferma Irene Chilla come sindaco per i prossimi cinque anni.

Botrugno

Il sindaco uscente Silvano Macculi è stato rieletto con il 61,87% dei voti, battendo la sfidante Gabriella Stefanelli, che ha ottenuto il 38,13%.

Campi Salentina

Alfredo Fina, sostenuto dal centrosinistra, ha vinto le elezioni con una larga maggioranza, ottenendo il 72% dei voti. Questo segna la sua seconda vittoria consecutiva. Dall’altra parte, Serena Assenzio, appoggiata dal centrodestra, ha ottenuto il 28% dei voti. Il numero totale di residenti aventi diritto al voto era di 9.885.

Carpignano Salentino

Mario Bruno Caputo è stato eletto sindaco con il 60,06% dei voti. Ha vinto la competizione contro Lucia Antonazzo, che ha ottenuto il 39,94% dei voti.

Castrì di Lecce

Andrea De Pascali ha ottenuto una vittoria schiacciante con il 75,65% dei voti, mentre il suo avversario ha raccolto il 24,35%.

Copertino

Il centrosinistra, guidato da Antonio Leo, non ha ottenuto la maggioranza, fermandosi al 25,93%. Vincenzo De Giorgi, il candidato del centrodestra, è in testa con il 44,57% dei voti. Laura Alemanno segue con il 24,65%, mentre l’ex sindaco Giuseppe Rosafio ha raccolto solo il 4,84%. Poiché nessun candidato ha ottenuto la maggioranza assoluta e la comunità conta oltre 15mila residenti, si procederà al ballottaggio.

Corsano

Biagio Raona ha vinto con il 57,93% dei voti, seguito da Gianfranco Riso con il 40,92% e Luigi Russo con l’1,16%.

Cursi

Marco William Santoro è stato eletto sindaco con il 51,72% dei voti, mentre il suo avversario, Antonio Melcore, ha ottenuto il 48,28%.

Giuggianello

Luca Benegiamo è stato eletto sindaco come unico candidato, ricevendo 723 voti.

Lequile

Il sindaco Vincenzo Carlà è stato riconfermato con il 44,73% dei voti. Ha superato Fabio Giuseppe Lettere, che ha ottenuto il 40,54%, e Antonio Filograna, che ha ricevuto il 14,72% dei voti.

Martignano

Luigino Sergio, candidato per la coalizione “Insieme per Crescere”, è stato eletto sindaco con il 51,89% dei voti. Dopo 20 anni, ritorna a ricoprire la carica di primo cittadino. La lista “Martignano Futura” guidata da Orazio Corianò si è fermata al 48,11%.

Miggiano

Il sindaco uscente, Michele Sperti, è stato rieletto con il 53,09% dei voti. Il suo avversario, Santo Marzano, ha ottenuto il 46,91% dei voti.

Minervino

Ettore Caroppo, il candidato uscente, ha ottenuto il 40,99% dei voti ma è stato sconfitto da Antonio Marte, che ha ricevuto il 46,82% dei voti. Fredy Cursano, un altro ex alleato, si è classificato terzo con il 12,19% dei voti.

Morciano di Leuca

Lorenzo Ricchiuti è stato eletto nel Comune con 1999 voti, essendo l’unico candidato.

Muro Leccese

Antonio Lorenzo Donno è stato rieletto per la terza volta come primo cittadino, ottenendo il 72,51% dei voti, mentre la sua avversaria, Laura Lubelli, ha ricevuto il 27,39% dei voti.

Novoli

Il sindaco uscente Marco De Luca ha vinto le elezioni con il 58,55% dei voti, mantenendo la carica e impedendo il ritorno di Oscar Marzo Vetrugno, anch’egli ex sindaco, che ha ottenuto il 41,45% dei voti. La differenza tra i due candidati è stata di 836 voti. Marco De Luca è stato sostenuto da una lista civica che includeva rappresentanti sia del centrosinistra che del centrodestra. È membro del Partito Democratico, con Donato Metallo come suo punto di riferimento, ma ha governato con il supporto di esponenti del centrodestra, tra cui D’ambrosio (vicino a Marti), la vicesindaca Francesca Ingrosso (proveniente dall’Udc) e Antonio Roma (della squadra dei fittiani).

Palmariggi

Luigi Zezza è stato confermato con il 53,14% dei voti, superando Luigi Bello che ha ottenuto il 46,86%.

Parabita

Nella recente competizione elettorale, il sindaco uscente Stefano Prete ha ottenuto una vittoria schiacciante con il 76,43% dei voti, mentre l’ex sindaco Alfredo Cacciapaglia ha ricevuto il 23,57%. Dopo un periodo di gestione commissariale, i cittadini hanno deciso di confermare il loro attuale sindaco, non ritornando alla precedente amministrazione.

Seclì

Andrea Finamore è il sindaco con il 58,55%, mentre Ramona Fazio si ferma al 41,45%.

Soleto

I cittadini premiano il sindaco uscente Graziano Vantaggiato, suffragato da 2223 voti (63,59%). Gabriele Miceli si ferma al 36,41%.

Sternatia

Gabriele Candito, col 50,39%, p il nuovo sindaco. Giuliano Villani si ferma al 49,61%. 

Supersano

Corrado Bruno, con il 40,41%, si conferma primo cittadino contro Marco Antonazzo (35,47%) e Bruno Contini (24,12%).

Surano

Francesco Rizzo è sindaco con il 53,71% dei voti, Angelo Galati resta fermo sul 46,29%.

Tiggiano

Il sindaco uscente, Giacomo Cazzato, è stato nuovamente eletto con il 69,24%; Silvia Martella, si ferma al 30,76%.

Tuglie

Silvia Romano, con il 60,84%, è la nuova sindaca. Lorenzo Longo non va oltre il 39,16%.

Zollino

Paolo Catalano è stato eletto sindaco con il 59,50%. Niente da fare per Edoardo Calò che si ferma al 40,50%.

Lecce, i risultati delle elezioni comunali 2024 in diretta
Questi campioni hanno una cosa in comune: e non ci avevi fatto caso