header logo

Dopo due stagioni e mezzo, il Lecce si appresta a salutare il capitano Morten Hjulmand. Come riportato in una nota ufficiale, i giallorossi hanno trovato l'accordo con lo Sporting CP ed il calciatore ha ottenuto il via libera per trattare personalmente con gli uomini mercato dei portoghesi. 

L'amichevole disputata da titolare contro il Cittadella, a meno di clamorosi colpi di scena, resterà l'ultima apparizione del danese in giallorosso. Il classe 1999 non partirà per Cadiz con la squadra e, questa volta definitamente, si slegherà la fascia dal braccio.

Ad un anno di distanza il Lecce avrà un nuovo capitano. Dopo Lucioni e Hjulmand, un altro calciatore è pronto a stringere al braccio la fascia da capitano. A meno di sorprese, si tratterà di un ballottaggio.

In occasione delle sporadiche assenze dal capitano di Hjulmand, Strefezza e Blin hanno dato il cambio al danese. Sia il brasiliano sia il francese vestono la maglia del Lecce da due stagioni e rappresentano il giusto mix tra leadership e longevità in giallorosso. 

Il capitano è un punto di riferimento per lo spogliatoio e l'interlocutore per eccellenza in campo. Ha il compito di dialogare con l'arbitro, dunque un requisito implicito è solitamente la titolarità del calciatore in questione. Da questo punto di vista può sembrare leggermente avanti Strefezza, tuttavia non sono ancora note le scelte di mister D'Aversa per la stagione che si appresta ad iniziare.

Già a Cadiz, domani sera, lo scenario futuro potrebbe divenire più chiaro. Ironia della sorte vuole che, a poco più di 24 ore dall'addio di Hjulmand, il Lecce, se dovesse battere il Cadiz, alzerebbe una coppa. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"