header logo

La baia di Porto Badisco, nel comune di Otranto, è stata interdetta alla balneazione a causa della presenza di un'alga tossica, l'Ostreopsis ovata, che può provocare irritazioni, nausea e mal di testa a chi entra in contatto con essa. Lo ha stabilito il sindaco Francesco Bruni con un'ordinanza, dopo aver ricevuto una nota dell'Asl che segnalava l'alta concentrazione dell'alga nelle acque, confermata dalle analisi dell'Arpa.

Si tratta di un provvedimento precauzionale per tutelare la salute dei bagnanti, che dovranno evitare di immergersi nella baia fino a nuovo avviso. Chi violerà l'ordinanza sarà sanzionato con una multa fino a 500 euro.

Cos'è l'ostreopsis ovata 

L'Ostreopsis ovata è un'alga microscopica che si sviluppa in condizioni di caldo e scarsa ventilazione. Può rilasciare delle tossine che possono causare problemi respiratori e gastrointestinali agli esseri umani e agli animali. In alcuni casi, può anche provocare la morte dei pesci e delle altre specie marine.

Per prevenire la diffusione dell'alghe e monitorare la situazione, sono in corso campionamenti periodici da parte dell'Arpa e dell'Asl. Si raccomanda ai bagnanti di seguire le indicazioni delle autorità e di consultare i cartelli informativi presenti sulle spiagge. Si spera che il fenomeno possa regredire con il cambiamento delle condizioni meteo-marine. Nel frattempo, si invitano i turisti a scoprire le altre bellezze del territorio otrantino, che offre tante altre opportunità di svago e relax.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"