VIGILIA

Corini: "Ragioniamo una partita alla volta, ora testa al Vicenza"

Scritto da Pierpaolo Verri  | 

Il tecnico Eugenio Corini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato fra Vicenza e Lecce. Di seguito le sue dichiarazioni.

STATO DI FORMA –La squadra sta bene, ha metabolizzato subito la sconfitta dell’ultima gara, le prossime cinque partite sono importanti ma siamo focalizzati nel giocarne una alla volta”. 

VICENZA –Il Vicenza ha atto un buonissimo campionato, noi vogliamo portare in campo le prestazioni dell’ultimo periodo, con quel pizzico di convinzione in più che ti porta a fare un risultato positivo. C’è rabbia per quello che non siamo riusciti con la Spal vogliamo portare questa rabbia in campo. Il Vicenza ha giocato per lunghi tratti del campionato con un 4-4-2, giocando a volte col 4-3-1-2 o col 4-3-3. Potrebbero aver qualche defezione nel reparto avanzato, ci aspettiamo uno di questi sistemi di gioco. La squadra è molto aggressiva e forte sulle palle inattive, ha giocatori di qualità e una rosa vasta. Vengono da due sconfitte e vorranno fare una prestazione gagliarda per rilanciarsi. A questo punto del campionato ogni squadra ambisce a un diverso obiettivo, anche il Vicenza deve pensare alla sua classifica e a raggiungere i propri obiettivi. Saranno motivati e concentrati”.

FORMAZIONE –I giocatori mi mettono nelle condizioni di fare tante riflessioni, valuterò quale sarà l’undici migliore da schierare. A centrocampo siamo un po’ corti, abbiamo anche Nikolov squalificato. Hjulmand si può adattare a più posizioni in mezzo al campo, da regista o da interno. Farlo giocare mezzala è una possibilità che sto valutando. In questo momento abbiamo sei centrocampisti per quattro ruoli, ho più opzioni a seconda dello sviluppo che la gara prenderà. Pettinari è pienamente recuperato, l’esame strumentale è stato soltanto una cautela in più, si è allenato ed è disponibile. Dermaku nell’ultimo periodo è cresciuto a livello di condizione, l’ho visto bene, può essere sicuramente un’opzione per le ultime partite”.

GRUPPO E SOCIETA’ –Questo gruppo sta lavorando in una annata particolare per tutte le squadre, ha trovato grande spirito lavorando molto su sé stesso. Abbiamo la percezione che tutte le componenti sono state solidali e vicine, con la società che ha dimostrato sempre tanta vicinanza. La stampa di Pelé affissa dal presidente? È importante come si reagisce alle cose, positive o negative che siano. Abbiamo avuto grande equilibrio e dobbiamo mantenerlo adesso. Contro la Spal la squadra ha fatto la sua prestazione, i particolari fanno la differenza e non siamo stati abbastanza bravi nel portarli a nostro favore. Tutte le componenti sono vicine per raggiungere il sogno che vogliamo andarci a prendere”.

CONDIZIONE PSICO-FISICA –Quando si gioca a calcio la condizione psico-fisica è fondamentale. Questo è un campionato molto compresso, a Pisa abbiamo giocato dopo neanche 72 ore dalla partita con la Salernitana e siamo venuti fuori nel secondo tempo. Anche contro la Spal la squadra ha spinto fino al novantesimo. Questo certifica che la squadra sta bene. I cinque cambi aiutano tanto nelle rotazioni, in questo momento pensiamo a una partita per volta. Questa squadra ha retto i tutti i momenti, la nostra ricerca del gioco è sempre la stessa. La pressione c’è sempre per svariati motivi, ma per me l’equilibrio è fondamentale. Pensare una cosa alla volta aiuta le cose a far bene. Ho visto la squadra concentrata, andiamo a Vicenza a giocarci le nostre carte”.

CAOS B –Da quando certe situazioni sono passate alla tutela delle Asl sono cambiate alcune dinamiche, mi fido della società che farà il massimo per tutelarci e mi auguro che sia garantito il regolare svolgimento del campionato”. 

 


💬 Commenti