header logo

Il presidente Sticchi Damiani è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport.

Sull'avvio di stagione

“Emerge che da tre anni stiamo cercando di fare un progetto di calcio, una sorta di laboratorio. La linea guida è crescere e siamo cresciuti tutti quanti. Vogliamo migliorarci. La rosa è più completa e consente di attingere dalla panchina che lo scorso anno era un limite, oggi un valore aggiunto. Chi è entrato a gara in corso finora ha dato una spinta importante, così come chi è stato chiamato da titolare come Touba".

Su D'Aversa

“Ha dato equilibrio, saggezza, coraggio e sta utilizzando al meglio il gruppo. È concreto, conosce le insidie e sa che l'esaltazione porta alla superficialità. Il Lecce attacca con raziocinio e intelligenza. Contro il Genoa ha caricato il peso offensivo quando doveva, ha avuto coraggio".

Su Krstovic

“Da queste prime partite si vede che ha caratteristiche importanti in zona gol, da centravanti vero. Anche venerdì che non ha segnato ha mostrato le sue grandi doti. È un 2000 e deve star tranquillo, senza pressioni”.

Su Ramadani

“Dà la sensazione di essere qui da sempre, ha già imparato l'italiano. È una bella figura, ha leadership e la trasmette in campo”.

Su Oudin

“È tutto nostro così come Falcone e Pongracic, tre prestiti che hanno fatto bene e abbiamo avuto la forza di comprare definitivamente”.

Sulla cessione di Hjulmand

“Non era scontato investire nuovamente i 19 milioni, di soluto una medio piccola non può investire tutto nella parte tecnica. Lo puoi fare se sei sano e ben gestito. Corvino e Trinchera poi sono stati bravi a scegliere le pedine giuste”.

Sui conti

“Sono a posto, è noto a tutti ed è un valore in più. I calciatori che vengono qui sanno che non ci saranno sorprese in negativo. Chiuderemo il bilancio con numeri positivi e riuscire a riallineare il club con i conti nel post covi. Arriviamo a questo risultato economico con un anno di anticipo rispetto ai nostri programmi”.

Sugli abbonati

“Sono molto contento per i numeri raggiunti e per il clima che si respira al Via del Mare. Si è creata una simbiosi perfetta tra squadra e tifoseria”.

Sul sogno

“Le strutture. Il centro sportivo. Non è più rinviabile e siamo concentrati su questo: non si può sbagliare”.

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"