SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
IL COMMENTO

Baroni: "Con lucidità si poteva vincere. Coda non stava bene, Rodriguez e Olivieri..."

Scritto da Filippo Verri  | 

Il tecnico del Lecce Marco Baroni ha parlato in conferenza stampa commentando lo 0-0 dei giallorossi sul campo del Frosinone.

"Intanto volevo fare le condoglianze a Rocco, il nostro chef che prima della partita ha perso la mamma.
La partita è quella che immaginavo, loro sono molto aggressivi e non abbiamo gestito bene la loro aggressività. 
A fine primo tempo ho ripreso la squadra e siamo rientrati con più equilibrio. Nel primo tempo siamo stati molto solidi, ricordo anche la traversa che poteva essere un'occasione.
Nel secondo siamo cresciuti, peccato perchè abbiamo avuto due occasioni molto nitide. 
Pablo è protagonista di un processo di crescita, è un talento e se impara a mettere a servizio della squadra tutta la sua qualità può fare molto bene.
Olivieri non è stato servito bene, mi è piaciuto e sono convinto che lavorando su di lui posso dare un'alternativa importante a Coda.
Son partite che vivono di episodi, l'abbiamo gestita dopo la sosta e settimane di complimenti che mi infastidiscono. Ci fa piacere che arrivino ma non abbiamo fatto niente, dobbiamo lavorare ancora più duro. 
Majer non è riuscito ad entrare in partita e Hjulmand si è fatto vedere poco. Bjorkengren quando entra dà sempre il suo contributo.
Loro sono scesi dal punto di vista fisico e ci siamo riequilibrati, con un po' di lucidità potevamo portare a casa una vittoria.
Coda non stava bene, stamattina mi ha dato disponibilità perchè è generoso ma dopo l'affaticamento col Parma aveva svolto solo differenziati.
Mi sono assunto la responsabilità di non farlo partire, non lo potevo rischiare. Ora sta bene.
In questo campionato ci son molte squadre forti che hanno investito. C'è equilibrio, in questo momento manca qualcuna che poi rientrerà. 
Noi giochiamo per la città e vedo entusiasmo. Abbiamo due strade: o ci sentiamo bravi (ed è l'inizio della fine) o ci diamo da fare. Conosco questo campionato, l'entusiasmo della piazza ci deve dare spinta per andare più forti.