header logo

Ilario Monterisi è un prodotto del settore giovanile del Lecce che sta ben figurando nel calcio professionistico. Il difensore classe 2001 venne portato nel Salento in seguito al fallimento del Bari, società in cui aveva mosso i primi passi, e da capitano della Primavera raggiunse un obiettivo fondamentale nello step di crescita del progetto corviniano: la promozione in Primavera 1.

Tre prestiti dopo la Primavera del Lecce

Dopo il successo agli ordini di Grieco, venne girato in prestito in Serie C: prima al Catanzaro, poi alla Fidelis Andria. Le due esperienze, avvenute entrambe nella stagione 2021-22, hanno consentito a Monterisi di avere mercato nell’estate del 2022, quando venne prelevato in prestito secco dal Frosinone.

Monterisi

La conferma nel Frosinone

La doppia operazione sull’asse Lecce-Frosinone fu replicata l’anno successivo. Mentre per disputare la Serie B Angelozzi scelse Monterisi e Lucioni, per la massima serie all’ex capitano del Lecce fu preferito Romagnoli. In questa occasione, però, variò la formula per il trasferimento del classe 2001: titolo definitivo anziché prestito.

L’impatto in Serie A sorride al Lecce: ha una sostanziosa percentuale

Nel suo primo campionato di Serie A ha collezionato 24 partite, mettendo persino a segno 2 gol e 3 assist. Sono numeri importanti per un difensore italiano che compirà 23 anni il prossimo dicembre e ha un contratto fino al 2027 col Frosinone.

Non è da escludere che in estate più di qualche società possa fare un tentativo per riproporlo in massima serie, spendendo a quel punto una cifra importante. Secondo il portale transfermarkt, il suo cartellino vale 3 milioni di euro.

Un’eventuale operazione in uscita sorriderebbe al Lecce. I giallorossi si sono privati di Monterisi in virtù della rocciosa coppia Pongracic-Baschirotto, ma non hanno lasciato andare il prodotto del proprio settore giovanile a cuor leggero.

Corvino e Trinchera, infatti, hanno strappato il 50% sulla futura rivendita.

Bentivogli su Rodriguez: "Avevamo la sensazione di aver preso un giocatore in grado di fare la differenza in B"
Sticchi Damiani: “Brunori a Lecce? Ecco cosa c’è di vero”