header logo

Rafael Leao è riuscito a siglare il primo gol del Milan in questa Champions League. Alla quarta partita della fase a gironi, in casa contro il Psg, la squadra di Pioli ha reagito immediatamente alla rete del vantaggio iniziale dei francesi siglato dall'ex Inter Skriniar. Il portoghese si è reso protagonista di una grande azione individuale palla al piede per poi scaricare su Giroud: la conclusione del francese è stata respinta da Donnarumma, ma sul pallone si è poi avventato proprio Leao che in rovesciata ha pareggiato i conti.

La rovesciata di Leao
Leao rovesciata



Leao il gesto verso i tifosi del Milan

La rete è stata segnata proprio sotto la curva dei tifosi rossoneri, che da inizio partita stanno lanciando banconote finte contro l'ex portiere rossonero. In ogni caso si è trattato di un gol decisamente liberatorio per il classe 1999, che non segnava dal 23 settembre in casa contro il Verona e che negli ultimi mesi ha fornito prestazioni non sempre all'altezza delle aspettative. Durante l'esultanza, infatti, Leao si è sfogato portandosi il dito sopra la bocca, a zittire le critiche dell'ultimo periodo. 

Esultanza? Le critiche mi spingono, voi continuate a parlare e io parlo in campo - ha dichiarato Leao a fine partita -. Faccio il mio lavoro, quello che abbiamo fatto oggi l'abbiamo fatto insieme. Noi crediamo alla qualificazione”. Eccolo, il sassolino, che lo ha indotto a un’esultanza non solo polemica, ma persino rabbiosa. 

Pioli su Leao

Oltre al gol in rovesciata, il portoghese ha strappato applausi con dribbling e assoli. "Questo deve essere il suo standard - ha commento Pioli - Può essere un campione, ma dipende solo da lui. Ha fatto una partita eccezionale come tutti gli altri. Non solo a livello di qualità, ma anche di voglia".

 

Lecce-Milan, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"