header logo

Marco Baroni ha parlato alla vigilia di Lazio-Lecce.

FASE DIFENSIVA E OFFENSIVA
“Siamo molto concentrati a vedere quello che funziona e ci sono tante cose su cui noi crediamo. La fase difensiva? Abbiamo affrontato squadre importanti e il gol in Serie A si prende, non lo prende solo il Lecce, anzi, è una delle migliori difese. Dobbiamo trovare il gol, la squadra sta trovando le situazioni ma occorre maggior determinazione. Ora ci serve rimanere prestativi. Nelle ultime gare si è concesso poco all'avversario, però è stato sufficiente per prendere gol. Abbiamo una partita complicata ma la squadra ha lo sguardo rivolto a ciò che deve fare”.

SALVEZZA
“Col Verona il risultato non è stato felice. Al di là della scoppola casalinga, il Verona di recente aveva messo in difficoltà tutti. Ora abbiamo 4 gare per raggiungere l'obiettivo. Abbiamo 31 punti, lo scorso anno si son salvati con questi, ora non bastano. La squadra non deve giocare preoccupata, sto lavorando coi ragazzi su questo”.

COLOMBO
“È chiaro che siamo alla quarta partita ravvicinata e Ceesay ne ha giocate 3 consecutive. Ci può stare un'alternanza, ma uno parte e l'altro entra. Possiamo puntare sulle forze fresche”.

PRESSIONE
"È la bellezza del nostro lavoro. Questi ragazzi che sono giovani devono fare un percorso di crescita, non si possono scansare. Se hai pressione stai a casa. Dobbiamo fare questo lavoro, ci piace: all'interno di questo ci sono pressioni, che quindi vanno gestite.

BANDA
“Sta bene, la scorsa settimana ha saltato 2 allenamenti causa febbre. Questa settimana si è allenato bene, è probabile che parta”.

OUDIN
“Sta facendo bene, col Verona che faceva marcature a uomo a tutto campo era difficile giocare bene. Con la Lazio ci occorre qualità, ci occorrono giocatori che abbiano struttura per fare queste partite: lui può essere uno di questi”.

PARTITA DI ANDATA
“Non si è perso niente rispetto a quella partita. Il girone di ritorno è sempre più difficile, si alza il livello, è così la Serie A. Il Lecce è vivo e sta bene, è in corsa. Io guardo il positivo perchè non si possono avere timori. Ai blocchi di partenza avremmo firmato tutti per essere qui, ce la giochiamo”.

DIFFIDATI
“No, non ci penseremo. Ci sono 3 punti in palio, anche se è complicata. Andiamo a giocare con rispetto, consapevoli delle difficoltà”.

FATTORE SORPRESA?
“Quando una squadra ha strutturato un percorso che ha avuto sempre una crescita, ci possono essere momenti di difficoltà. Non dobbiamo perdere credibilità. A qualcosa abbiamo lavorato, senza spersonalizzarsi, nell'ottica della ricerca del gol”.

COSA DIRA' ALLA SQUADRA?
“Andare forte, liberi di testa, senza condizionamenti, paura o timori”.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"