header logo

Luca Marelli, ex arbitro ed opinionista di DAZN, ha parlato nel post partita del match dell'Allianz Stadium vinto 1 a 0 dalla Juventus sul Lecce. L'ex direttore di gara ha commentato gli episodi chiave del match, confermando la sensazione di tutti: l'angolo dal quale scaturisce il gol non doveva essere assegnato ai bianconeri, così come l'espulsione di Kaba è stata esagerata ed ingiusta. Queste le sue parole ai microfoni di DAZN subito dopo la fine della sfida: 

"Gol Juventus? Il calcio d'angolo dal quale scaturisce l'azione del gol non c'è. Prima tocca il pallone Venuti, poi Rabiot. Sul calcio d'angolo c'è un tocco di mano di Rugani ma questo non poteva essere valutato dal direttore di gara. Il tocco di Rugani arriva in un'azione precedente rispetto a quella dalla quale nasce il gol di Milik. Il problema vero non nasce dal tocco di mano di Rugani che, a mio parere, non è punibile in quanto pallone inatteso ma dal calcio d'angolo, che in realtà non doveva essere assegnato perchè l'ultimo tocco era di Rabiot.

Rosso a Kaba? L'espulsione di Kaba, invece, nasce da una doppia ammonizione. La prima è indiscutibile, mentre la seconda è dubbia. In presa diretta pensavo che la decisione di Giua fosse giusta. Noi arbitri siamo molto sensibili su questa tipologia di dinamiche perchè la sensazione che ho avuto immediatamente è quella di un giocatore che entra in area per cercare di conquistare un rigore che in realtà non c'è. Visto e rivisto probabilmente l'ammonizione per simulazione è un pò severa, tutti e due si appoggiano, Kaba perde l'equilibrio e non credo sia una simulazione. Non posso entrare nella testa del giocatore, però effettivamente rivedendo più volte l'azione il secondo cartellino giallo pare un pò eccessivo"

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"