header logo

Cagliari e Lecce domani si affrontano all’Unipol Domus in uno scontro diretto dal sapore di salvezza. Se i giallorossi dovessero ottenere i 3 punti, allora sarebbe aritmetica la permanenza anche nella prossima stagione, mentre una vittoria dei rossoblù farebbe compiere loro un bel salto in avanti in classifica.

Numeri alla mano

Numeri alla mano, però, la partita potrebbe essere molto equilibrata e, come abbiamo scritto nel titolo, potrebbe essere decisa da un gol nel finale. Adesso vi spieghiamo perché.

Se si tenesse conto soltanto dei punti guadagnati nell’ultima mezz’ora, il Cagliari di Claudio Ranieri sarebbe primo con 17 punti, seguito da Lecce, Bologna e Roma a 15. Tutte e due le squadre, quindi, hanno sviluppato la capacità di non mollare anche sotto nel punteggio o con il risultato di parità, cercando sempre di trovare la rete vittoria nel finale di gara, quando l’avversario inizia ad avvertire maggiore stanchezza. Il Cagliari, dal canto suo, è la squadra che ha recuperato il maggior numero di punti da situazioni di svantaggio nelle gare disputate in casa: 14 punti che hanno aiutato la squadra di Ranieri a costruire la sua attuale classifica. 

Infine, Lecce e Cagliari sono le due squadre che in percentuale hanno segnato più gol nell’ultimo quarto d’ora di gara. I giallorossi 12 gol dal minuto 75 in poi sui 31 totali (39%), mentre i rossoblù 13 gol su 36 realizzati in stagione (36%). Insomma, i finali sono sempre movimentati sia da una parte che dall’altra.

Azione di gioco in Lecce-Cagliari

Attenzione massima

Come detto, il Cagliari in casa si trasforma e, soprattutto nei finali di partita, riesce sempre a dare qualcosa in più per rimontare l’avversario. Il Lecce, quindi, dovrà giocare una gara perfetta per 100 minuti e dare tutto per conquistare una salvezza che la truppa di Gotti merita. L’obiettivo di rimanere in Serie A in questa stagione non è mai stato così vicino come questa volta. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Pretattica o emergenza? Questa la probabile formazione del Cagliari