GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
DICHIARAZIONI

Baschirotto: "Sono la speranza del popolo. Giocheremo alla morte contro tutti"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Federico Baschirotto, difensore del Lecce, è stato ospite di Sportitalia ieri sera ed ha rilasciato queste dichiarazioni: 

Sto vivendo un sogno ad occhi aperti, nemmeno io mi aspettavo di avere un impatto del genere in questa categoria così difficile. In quella corsa dopo il gol all’Atalanta ho ripensato a tutti i 10 anni vissuti, ha rappresentato tutta la strada che ho percorso nella mia carriera per arrivare a festeggiare insieme ai miei tifosi.

Ho fatto tanti sacrifici ma sono contento di averli fatti perché mi hanno formato sia come uomo che come calciatore. Adesso spero solo di continuare così per regalarmi altre soddisfazioni. 

Appena posso torno dalla mia famiglia contento di aiutare nell’azienda agricola che ha il mio papà. Lui è stato il primo ad insegnarmi lo spirito di sacrificio, mi ha trasmesso questo valore. Per questo quando sono a casa sono il primo a dare una mano. Aiuto la mia famiglia nei campi, a spostare gli attrezzi, a dar da mangiare agli animali. Lavori umili che ti fanno apprezzare le cose belle della vita. 

Dedizione, costanza e determinazione. Grazie a queste ho provato a lavorare per migliorare le mie mancanze tecniche. Palestra? Ci passo al giorno almeno 3-4 ore. Cerco di curare il minimo particolare a livello fisico per avere più longevità nel calcio. 

Io sono arrivato a Lecce per mettermi in gioco. Il ruolo fa poca differenza, è il mister a decidere. Da centrale mi trovo molto bene e sono contento di continuare su questa strada. 

Sono la speranza del popolo, il ragazzo che dal niente è arrivato in alto e tante persone si rivedono in me. Penso sia per questo che la gente salentina mi apprezza. Lecce? Il pubblico ci sta dando una grossa mano ed è un valore aggiunto per noi, sappiamo che saranno sempre con noi. Giocheremo alla morte contro tutti, sia grandi che piccole. 

Colombo? Ha grandissime potenzialità, sta lavorando per diventare uno dei più grandi attaccanti in Italia. Banda? Può fare la differenza se aggiusta il tiro, ha una velocità fuori dal comune. Hjulmand è il nostro capitano, ci sprona ad ogni allenamento ed ogni partita per fare sempre meglio, è un leader. 

Stiamo lavorando giorno per giorno per migliorare ogni difetto e così facendo si vede la nostra crescita. Lunedì rientriamo a Lecce e martedì ricominciamo con gli allenamenti.

Promessa in caso di salvezza? Prometto di dare il massimo per onorare la maglia in ogni match che giocherò".