header logo

LECCE - Prodotti senza le necessarie informazioni sull’etichetta, tra cui apparecchiature elettriche e profumatori per ambiente: è il bottino del blitz dei carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità (Nas) di Lecce, che hanno sequestrato merce del valore commerciale di 5mila euro in vari esercizi commerciali della provincia.

L’operazione rientra nell’ambito dei controlli mirati alla verifica del rispetto della normativa su prodotti, oggetti e sostanze pericolose, che possono mettere a rischio la sicurezza e la salute dei consumatori.

I militari hanno sequestrato circa mille confezioni prive in etichetta delle indicazioni in lingua italiana e delle informazioni di sicurezza previste dalla legge. Si tratta di apparecchiature elettriche/elettroniche e profumatori a combustione per ambienti, che possono causare pericoli dovuti all’infiammabilità ed all’esposizione involontaria a sostanze tossiche.

I Nas hanno evidenziato come questi prodotti vengano spesso immessi in commercio senza i requisiti necessari a garantire la tutela dei consumatori, che devono essere informati sui rischi connessi al loro utilizzo.

Chi sono i Carabinieri del NAS e quando sono nati?

I NAS sono i Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dei Carabinieri, che si occupano di vigilare sulla disciplina igienica della produzione, commercializzazione e vendita delle sostanze alimentari e delle bevande, a tutela della salute pubblica. I NAS sono nati il 15 ottobre 1962, a seguito di intese tra il Ministero della sanità, il Ministero della difesa e il Comando generale dell’Arma dei Carabinieri. I NAS fanno parte del Comando carabinieri per la tutela della salute, che si occupa anche di contrastare il traffico di droga e le frodi farmaceutiche. I NAS hanno guadagnato per la Bandiera dell’Arma tre Medaglie d’Oro al Merito della Sanità Pubblica per le loro benemerenze.

Udinese-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"