header logo

All’inizio del campionato manca ancora un mese e mezzo, però a partire da oggi tante squadre inizieranno il loro ritiro in vista della stagione alle porte. 

Come riporta l’edizione odierna del La Gazzetta dello Sport, fra le prime otto classificate nello scorso campionato, l’Inter ha già registrato il sold out, forte della spinta del 20° scudetto conquistato e anche della programmazione sul mercato della società guidata da Giuseppe Marotta. I nerazzurri hanno subito esaurito i 40mila abbonamenti a disposizione, nonostante l’aumento dei prezzi fino al 23%.

Alle spalle dei nerazzurri 

Il Milan ha aperto la fase di vendita libera venerdì e ha già toccato quota 37mila. L’anno scorso i tifosi milanisti acquistarono tutte le 41.500 tessere disponibili ed è verosimile che si arrivi anche per questa stagione a queste cifre.

Il nuovo corso Juventus, con Thiago Motta in panchina, e il mercato scoppiettante in entrata portato avanti da Cristiano Giuntoli ha fatto scattare l’entusiasmo in casa bianconera. E la risposta dei tifosi è stata importante. Per il 2024/25 si viaggia su un +10%, con addirittura il 42% dei tifosi bianconeri che ha scelto la formula “Star” con tanto di gare della Champions League comprese.

La tifoseria della Roma sta rispondendo presente anche per la prima stagione di Daniele De Rossi dall’inizio. Sono già 38mila le tessere sottoscritteGrande successo hanno riscontrato le opzioni Plus e Classic Extra: con il pacchetto Plus si può rivendere il proprio posto nelle partite in cui si è impossibilitati ad andare.

Curva Nord Lazio

La Lazio, invece, ha aperto le vendite e dall’1° al 17 luglio i tifosi biancocelesti possono rinnovare l’abbonamento della scorsa stagione o acquistarne uno nuovo negli altri posti dell’Olimpico rimasti invenduti. E sinora sono state vendute circa 3mila tessere, contro le oltre 30mila del 2023-24. 

Discorso diverso per Bologna. Al Dall’Ara sono già state superate i 15mila abbonamenti venduti per il campionato 2023/24, arrivando a quota 18mila, nonostante la vendita libera sia iniziato solamente venerdì.

Rimangono in attesa Atalanta e Fiorentina, per cui la campagna abbonamenti non è ancora partita. Il motivo? I lavori di ristrutturazione dei rispettivi stadi, 

Iniziata mercoledì, invece, la campagna abbonamentdel Napoli intitolata “Ripartiamo Con te”. Chiara allusione al nuovo tecnico su cui si punta per il rilancio sportivo della squadra azzurra.

Ed il Lecce?

La società giallorossa qualche giorno fa ha comunicato che sono state sottoscritte fino ad ora circa 5000 tessere. Si tratta di rinnovi, con i vecchi abbonati che potranno usufruire del diritto di prelazione fino al 13 luglio. 

Da quel momento in poi, aprirà la vendita libera e potrebbe così esserci un decisivo incremento delle sottoscrizioni. Lecce sogna uno stadio di soli abbonati, un catino infernale che proverà a spingere i giallorossi verso una storica terza salvezza consecutiva. 

L'obiettivo, in ogni caso, resta quello di superare le circa 21000 sottoscrizioni della prossima stagione. 

locandina open day
locandina open day
Il Lecce di Luca Gotti: la possibile formazione da sogno aspettando il mercato
Perché Gallo alla Roma può essere utile

💬 Commenti