header logo

Brutte notizie in casa Lecce. La partita contro il Como ha lasciato strascichi importanti nella rosa giallorossa. Ieri, infatti, Antonino Gallo è uscito anzitempo nel corso dei primi minuti del primo tempo per un fastidio alla caviglia: al suo posto è entrato Dorgu.

Da pochi minuti è arrivato il comunicato del Lecce:

L’U.S. Lecce comunica che, il calciatore Antonino Gallo, uscito anzitempo dal terreno di gioco durante la gara di Coppa Italia Lecce - Como, si è sottoposto ad esami strumentali le cui risultanze hanno evidenziato un trauma distorsivo alla caviglia sinistra con notevole versamento articolare, senza lesioni legamentose.

Dopo Venuti, dunque, anche un altro terzino sarà out per diverso tempo, probabilmente 2-3 settimane. A destra D’Aversa potrà comunque contare su Gendrey, a sinistra si affiderà al campione d’Italia Primavera Patric Dorgu.

Gallo ed il Lecce

Corvino e Trinchera, ormai due stagioni fa, hanno prelevato Antonio Barreca, pensando di affidare al terzino ex Torino i gradi di titolare dell’out sinistro. Gallo, però, non si è dimostrato d’accordo ed ha lavorato sodo, diventando il giocatore di riferimento per Baroni in quella posizione.

La stessa cosa è accaduta, poi, lo scorso anno. Giuseppe Pezzella avrebbe dovuto rappresentare la pedina titolare in Serie A per il Lecce, ma il rendimento del terzino 2000 è stato al di sopra delle aspettative ed alla fine il suo allenatore ha scelto quasi sempre lui.

Questa che verrà deve essere, senza ombra di dubbio, la stagione della consacrazione di Antonino. Alle sue spalle, salvo ripensamenti degli uomini mercato giallorossi, ci sarà Dorgu, un giovane da lasciar crescere con pazienza. Gallo sarà il titolare e dovrà dimostrare di aver acquisito ancora maggiore esperienza rispetto alla passata stagione, per compiere l’ultimo step che gli manca e diventare un giocatore completo, per il bene del Lecce e della sua carriera. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"