header logo

Wladimiro Falcone ha parlato in conferenza stampa.

CONVOCAZIONE IN NAZIONALE
”Sono molto soddisfatto per la convocazione in nazionale, non me la aspettavo ed è stata una grandissima esperienza. È solo grazie al Lecce se sono arrivato in azzurro: spero non sia l’ultima convocazione”.

IL MOMENTO
“Lo so che i tifosi pensano che la squadra non ci sia più, che abbiamo un po’ mollato. Vi assicuro che non è così. In allenamento vedo la squadra andare a tremila. In partita stiamo un po’ mancando, siamo i primi ad essere dispiaciuti, ma ricette magiche non ci sono. Dobbiamo lavorare sodo. È normale i tifosi siamo arrabbiati con noi. Speriamo che già da venerdì si possa ripartire”.

MERET E NAPOLI
”Non abbiamo parlato della partita, abbiamo solo scherzato. Gli ho detto, dato che a Malta tirava vento, ‘occhio che a Lecce è uguale’. Con le big abbiamo fatto sempre bene, anche se col Napoli sarà difficilissima. Daremo il massimo e vedremo chi la spunterà”.

FATTORE ANAGRAFICO?
“Secondo me l’età non incide, abbiamo giovani bravi e intelligenti. Abbiamo comunque gente di esperienza, non credo sia questo. Forse lo stacco col Verona ci fa stare un po’ tranquilli e questo inconsciamente ci toglie convinzione. Parliamo tanto col mister e i ragazzi sanno che dobbiamo tornare a quello che sappiamo fare. Dobbiamo uscirne tutti insieme per regalare questa gioia ai tifosi”.

EMPOLI
”Anch’io ho visto i miei compagni nel secondo tempo meno convinti del primo. Siamo calati vistosamente, non so perchè. Non puoi avere tra i due tempi un calo ingiustificabile. Probabilmente non aver fatto gol il primo tempo ci ha scoraggiati. Voglio pensare sia così: se ci sono altri fattori è preoccupante. Io non sono preoccupato più del dovuto perchè vedo i ragazzi dare il massimo in allenamento”.

PRESTAZIONI PERSONALI
”Purtroppo non ne faccio di miracoli. So di essere stato importante fino ad ora, ma non posso caricar tutto sulle spalle: prima o poi il gol ce lo possono fare. Abbiamo bisogno di più convinzione in attacco. È un momento in cui i ragazzi si abbattono inconsciamente perchè non segnano“.

NAPOLI
”All’andata abbiamo fatto una grande partita. Questa volta giochiamo con uno stadio giallorosso, speriamo di riprendere l’impresa”.

LA SCOSSA
“Non penso un gol abbia la bacchetta magica, ma penso possa aiutare tanto la squadra. È quello che ci manca, può sbloccarci mentalmente”.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"