header logo

Si apre un nuovo ciclo in casa Inter, che dopo la cessione ufficiale al fondo Oaktree il 22 maggio, è chiamata a ricostruire un'impalcatura dirigenziale solida per iniziare al meglio un nuovo ciclo.

Un nome noto in una posizione nuova

Per farlo, i nuovi proprietari hanno pescato in casa un profilo che non ha certo bisogno di presentazioni: da questa mattina, infatti, il nuovo presidente dell'Inter è Beppe Marotta.

A dirlo dieci anni fa, negli anni juventini di quest'ultimo, nessuno ci avrebbe creduto, ma ormai i colori nerazzurri sono su Marotta da tempo e anche l'Inter ha preso nel tempo le caratteristiche del dirigente.

La notizia è quasi improvvisa perché solo pochi giorni fa lo stesso Marotta aveva risposto così alla domanda per una futura presidenza ai media in occasione del premio Rosa Camuna 2024:

sono nato dirigente sin da giovane ed è giusto che mi tenga questa carica. Il ruolo di presidente compete ad altri.

Risulta impressionante, invece, che con questa nomina, il presidente di una delle più grandi squadre italiane torna a essere italiano: era infatti dal 2013, con la fine dell'era Moratti, che l'Inter non aveva un presidente italiano.

La riflessione del presidente del Lecce sulle proprietà straniere

Su questa questione si è espresso anche il presidente e proprietario del Lecce Saverio Sticchi Damiani, che in un post su Instagram riguardo alle tre neopromosse, poneva l'accento sulle proprietà straniere delle stesse.

La riflessione è tutt'altro che sbagliata; in Serie A infatti le proprietà straniere sono sempre di più, con fondi stranieri che acquisiscono le società italiane con grandi idee progettuali.

Oltre al Lecce, le altre società italiane a poter vantare una proprietà tricolore sono: Cagliari, Empoli, Juventus, Lazio, Monza, Napoli, Torino, Udinese e Verona. La metà delle squadre di Serie A la prossima stagione sarà di proprietà straniera.

Se poi si restringe il campo alle prime 10 della scorsa stagione, solo quattro hanno come patron un'azienda o una figura italiana, con l'Atalanta divisa fra la proprietà canadese e la famiglia Percassi.

Venezia in A, Sticchi Damiani: "Salgono 3 città del Nord..."
Il Venezia è uscito vincitore dalla doppia finale play off contro la Cremonese ed adesso può festeggiare il ritorno in...
Il Lecce dei leccesi nella Serie A degli stranieri: un modello unico e vincente
Jannik Sinner nuovo numero 1 al mondo!