header logo

Il Lecce di D’Aversa prosegue la sua preparazione in vista del prossimo impegno di campionato che si giocherà questa domenica, allo Stadio Olimpico, contro la Roma di Josè Mourinho e sarà valevole per l’undicesimo turno.

I salentini sono reduci da una sconfitta, rimediata davanti ai propri tifosi, contro il Torino e non vincono in campionato da oltre un mese (nella sfida contro il Genoa in data 22 settembre decisa da un gol di Oudin nei minuti finali). Contro i Capitolini, servirà una prestazione a dir poco perfetta per provare a strappare un risultato utile ai fini della classifica, contro un avversario altrettanto ostico e anch’egli con il coltello tra i denti, venendo da una sconfitta nell’ultima gara giocata a San Siro contro l’Inter, e in cerca di riscatto.

Roma-Lecce

Quello di domenica sera, sarà l’undicesimo precedente che i giallorossi giocheranno il giorno 5 novembre.

Il primo, risale addirittura alla stagione 1939/40, in terza serie, contro il Taranto in trasferta e finì a reti bianche; sempre in Serie C, nel campionato 1950/51, in Calabria, contro la Reggina terminò con un netto 3-0 in favore dei padroni di casa; nel 1967/68, in terza serie finì 0-0, lontano dai propri tifosi, sul campo dell’Internapoli mentre su quello dell’Acireale, nel campionato 1972/73, finì 1-0 per la formazione sicula; in Serie B, nella stagione 1978/79 vinse l’Udinese, davanti al proprio pubblico, grazie a un gol di Bilardi mentre in Serie A, nel 1989/90, con Mazzone, in panchina finì 3-2, al “vecchio” San Paolo, contro il Napoli per i campani con reti di Fusi e doppietta di Carnevale per gli Azzurri e di Virdis e Conte per i giallorossi; sempre in Serie A, di nuovo contro l’Udinese, finì 2-0 per i bianconeri in Friuli- Venezia Giulia mentre contro il Siena, in serie cadetta, finì 0-0 in Toscana.

L’ultimo precedente in data 5 novembre, risale al campionato di Serie B 2018/19, con Liverani in panchina. Contro il Pescara, allo stadio Adriatico, finì 4-2 per i Delfini. I giallorossi, dopo essere riusciti a rimontare il doppio vantaggio dei biancazzurri messo a segno da Mancuso e Gravillon, grazie ai centri di Palombi e Tabanelli, caddero nei minuti finali, e in inferiorità numerica, da una doppietta di Del Sole.

Lecce-Milan, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"