header logo

Per la prima volta in Italia sono stati riprodotti e commentati i dialoghi tra arbitro e sala VAR. Il designatore Rocchi è stato ospite di DAZN e ha mostrato quanto accaduto lo scorso weekend in Monza-Lecce, quarta giornata di Serie A.

Il dialogo in questione è tra l’arbitro Marinelli, il VAR Serra e l’AVAR Irrati.

VAR: “Gioca chiaramente il pallone e poi c’è punto di contatto sopra la caviglia. La dinamica è pallone pieno e non c’è nessun contro movimento, neanche grande intensità. Lui si è perso il fatto che ha giocato chiaramente il pallone (dialogo tra VAR e AVAR). Glielo facciamo vedere. 

Livio sono Marco, allora: Baschirotto calcia il pallone che fa 30 metri e sullo slancio prende Colombo, non c’è grandissima intensità, te lo farei rivedere per togliere il rosso”.

Parte on field

VAR: “Gioca il pallone, non ci sono altri movimenti ed è la stessa gamba con cui calcia. L’attaccante gli entra nello spazio dopo che ha calciato, per me è chiaro giallo, poi valuta tu”.

Arbitro: “Marco ok che gioca lui, ma dammi un’altra camera a velocità naturale. Per me resta rosso Marco, io c’ero”.

Il designatore Rocchi sull’esplosione di Baschirotto

“Per me doveva essere tolto il rosso e passare ad ammonizione. Marinelli in campo fa la scelta giusta, è istintivo, mi piace. Apprezzo la sua scelta, ma gli manca un parametro: Baschirotto gioca chiaramente il pallone. La dinamica di questa azione è quella che poteva aiutarlo. Non lo avremmo penalizzato se avesse cambiato decisione, anzi lo avremmo apprezzato.

Settimanalmente gli arbitri ricevono voti in base ai quali eventualmente potrebbero essere dismessi a fine stagione. In questi episodi non vogliamo penalizzare l’arbitro perché in campo sono complessi, quindi se avesse cambiato decisione non lo avremmo penalizzato”.

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"