header logo

“Blin? Quando entra cambia tanto. Lo conosco bene, da 3 anni. Parte sempre dalla panchina, poi quando entra non esce più. Tra poco inizierà a giocare titolare e non uscirà più: è troppo importante per la squadra, come Ramadani corre sempre e non si stanca mai. È anche un leader, bello avere compagni così”.

A parlare così è Gabriel Strefezza, capitano del Lecce e compagno di squadra di Alexis Blin. Il brasiliano ha commentato ai nostri microfoni l’impatto incredibile che ha avuto nelle ultime due stagioni il centrocampista francese.

Alexis Blin, l’equilibratore

Noi, anche negli anni passati, nei nostri articoli lo abbiamo definito equilibratore. Con lui in campo il Lecce ci pare meno sbilanciato, con le due fasi che vengono interpretate in modo perfetto e le squadra che non sembra subire le folate offensive avversarie.

Alexis è mancato molto a questo Lecce anche perché nello stesso periodo anche Kaba, calciatore con caratteristiche simile a quelle dell’ex Tolosa, non è stato al meglio. D’Aversa, quindi, ha dovuto fronteggiare due pesanti assenze a centrocampo e, probabilmente non per una sfortunata coincidenza, i risultati non sono stati così soddisfacenti come nella prima parte di stagione.

Blin e Strefezza salutano i tifosi

A Verona con Alexis davanti alla difesa 

Non ci sono dubbi. Alexis Blin sostituirà Ylber Ramadani davanti alla difesa nel match contro il Verona. In questa stagione il francese ha disputato 8 gare, 2 delle quali da titolare contro Napoli e Juventus, per un totale di 266 minuti. Di solito è impiegato da mezz’ala sinistra ma in quest’occasione tornerà al centro del campo, da regista e mediano, interpretando il ruolo con le sue caratteristiche. A dire il vero, Pantaleo Corvino due stagioni fa lo aveva prelevato dal campionato francese proprio per farlo giocare in quella porzione di campo. Poi, però, l’esplosione di Hjulmand e l’arrivo di Ramadani in questa stagione, hanno costretto Alexis a ritagliarsi uno spazio diverso rispetto al suo ruolo naturale. Per il francese, in ogni caso, non c’è stato nessun tipo di problema. È abituato a sgomitare per conquistarsi un posto ed anzi pare apprezzare la concorrenza interna, che alza il livello degli allenamenti e permette a tutti di rimanere sul pezzo.

I numeri della sua stagione

Centrocampista totale, Alexis è noto soprattutto come recuperatore di palloni. Ne ha intercettati 28 nelle sue 8 gare giocate fino ad ora, con una media di 3.11 a partita. 

Nelle sue prestazioni ci sono da segnalare anche 6 duelli aerei vinti ed una media di 3 contrasti a gara, numeri che ci lasciano intendere quanto Alexis sia un lottatore vero in mezzo al campo, quel centrocampista che ogni allenatore vorrebbe dalla sua parte. 

Come detto, a Verona sarà la sua terza gara dall’inizio in questo campionato ma anche la numero 145 della sua carriera davanti alla difesa. Insomma, i tifosi del Lecce possono dormire tranquilli, anche perché l’ultima volta che Blin ha giocato in quella posizione i giallorossi hanno espugnato Monza e conquistato la salvezza. 

Verona-Lecce, Live Reaction di Pianetalecce al Pipa di Muro Leccese
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita