header logo

Qualche minuto fa, la Lega Serie A ha deliberato le decisioni del Giudice Sportivo e, di conseguenza, anche la durata della squalifica per Roberto D’Aversa, ormai ex allenatore del Lecce, colpevole di aver colpito con una testata Thomas Henry. Ecco di seguito quanto stabilito nel comunicato ufficiale:

SQUALIFICA PER QUATTRO GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMENDA DI € 10.000,00

 DAVERSA Roberto (Lecce): per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco, colpito con una testata al volto un calciatore della squadra avversaria; infrazione rilevata da un Assistente.

Ammenda per il Lecce 

Il Giudice sportivo, premesso che in occasione delle gare disputate nel corso della nona giornata di ritorno sostenitori delle Società Bologna, Cagliari, Fiorentina, Genoa, Hellas Verona, Internazionale, Lazio, Lecce, Milan, Monza, Roma e Sassuolo hanno, in violazione della normativa di cui all’art. 25 comma 3 CGS, introdotto nell’impianto sportivo ed utilizzato esclusivamente nel proprio settore materiale pirotecnico di vario genere (petardi, fumogeni e bengala);

considerato che nei confronti delle Società di cui alla premessa ricorrono congiuntamente le circostanze di cui all’art. 29, comma 1. lett. a) b) e d) CGS, 

delibera,

salvo quanto sotto specificato, di non adottare provvedimenti sanzionatori nei confronti delle Società di cui alla premessa in ordine al comportamento dei loro sostenitori.

Ammenda di € 8.000,00: alla Soc. LECCE per avere suoi sostenitori, nel corso della gara ed al termine della stessa, lanciato nel recinto di giuoco tre petardi, tre fumogeni e numerose bottigliette di plastica; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS.

Ammenda di € 2.000,00: alla Soc. GENOA per avere, prima dell'inizio della gara, intonato un coro offensivo nei confronti degli Ufficiali di gara.

Ammenda di € 2.000,00: alla Soc. SASSUOLO per avere, al 1° del primo tempo, lanciato sul terreno di giuoco un petardo; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS.

Gianpaolo Calvarese

Le parole di Calvarese sulla squalifica di D’Aversa 

Queste le dichiarazioni dell’ex fischietto abruzzese: 

D’Aversa a logica, non essendo più l’allenatore in carica, sconterà la squalifica a partire dal prossimo impegno. Il gesto del tecnico è un’aggressione fisica. Peraltro, è un’azione e non una reazione: ciò costituisce un’aggravante. Si tratta di un’azione spropositata rispetto a quanto stava succedendo con Henry. L’entità della squalifica? È stato un gesto già condannato mediaticamente da tutti e dal Lecce stesso. Ha fatto rumore. Per forza di cose, un prodotto come la Serie A esce male da un episodio del genere. Saranno tutti elementi presi in considerazione da chi deciderà. Lecito quindi aspettarsi tante giornate di stop.

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Gotti è a Lecce, ma l'ufficialità potrebbe arrivare domani: il motivo. I dettagli sullo staff