header logo

Continua a fare clamore l'eliminazione dell'Italia ad Euro 2024. Diversi sono stati gli interventi e le opinioni degli addetti ai lavori dopo l'ultima partecipazione degli Azzurri in Germania. Questa volta è toccato ad Andrea Stramaccioni, allenatore e opinionista TV, il quale ha rilasciato alcune dichiarazioni per i microfoni di Radio Uno. Queste le sue parole:

Sull'operato del CT Spalletti 

Luciano Spalletti

La mia stima per Spalletti è enorme. Questo Europeo è stato negativo da tutti i punti di vista, il ct non ha avuto la possibilità di avere tutto quel tempo di cui c'è bisogno, soprattutto per capire le caratteristiche del materiale a disposizione in una generazione che sta ricostruendo un ciclo con difficoltà. Credo che Spalletti si ripresenterà a settembre con un'idea molto chiara e un abito tattico cucito su misura, quello che non è riuscito a trovare nelle sue prime 14 partite. Farà anche qualche scelta impopolare e dolorosa. Ma sono sicuro che Spalletti troverà il bandolo della matassa.

Sulla Spagna 

Quella della Spagna è stata una scelta oculata: Luis de La Fuente conosce questi ragazzi fin quando erano ragazzini. In più le giovanili della Spagna giocano questo calcio da sempre: 4-3-3 con questo modo di giocare. Rodri, Mikel Merino, i giocatori d'attacco sono tutti suoi figliocci, li ha allenati anche quando avevano 14-15-16 anni. Questo dà qualcosa in più alla Spagna a livello di stabilità e continuità. A me piace tantissimo la serenità con de La Fuente con cui alterna i giocatori nel corso della partita. Ha anche questa forza: una struttura consolidata nell'undici titolare ma anche una panchina importante, servirà con l'infortunio di Pedri e le squalifiche di Carvajal e Le Normand.

Sull'Europeo della Francia 

La Francia rimane però un ostacolo solidissimo, non prende gol su azione, l'unico gol subìto è stato quello su rigore contro la Polonia. Se quelli davanti decidono di accendersi, la semifinale sarà veramente affascinante. Per ora è stata deludente a livello offensivo: soprattutto Griezmann, decisivo in passato, non riesce a trovare la giusta dimensione. Abbiamo parlato tanto dell'Italia e dei suoi cambi di formazione, ma anche la Francia è già al terzo modulo nella stessa competizione. Anche la squadra di Deschamps è alla ricerca di una sua identità. In vista di Spagna-Francia, si prevede una bella sfida tra Nico WIlliams e Lamine Yamal, i due spauracchi del torneo, e Koundé-Theo Hernandez, la migliore coppia di terzini dell'Europeo.

 

locandina open day
locandina open day
Il Lecce di Luca Gotti: la possibile formazione da sogno aspettando il mercato
Huddersfield Town-Lecce: l'amichevole non esiste. Ecco perché

💬 Commenti