SEGUICI SU TWITCH

LA STRATEGIA

FIGC, obiettivo vaccinare i calciatori entro l'inizio del campionato. E sul Green Pass...

Scritto da Redazione  | 

L’aumento di contagi degli ultimi giorni preoccupa molto. Le persone ancora non vaccinate ricoprono un numero consistente della popolazione. Il rischio di contagio è alto e, per evitare un’ulteriore paralisi, le Istituzioni spingono per intensificare la campagna vaccinale. Anche nel calcio la FIGC vuole accelerare i tempi delle vaccinazioni per ottenere la copertura completa degli atleti, in Serie A e in B. Infatti, come riportato dalla consueta rassegna stampa di Radiosei, con il programma attualmente seguito solo quattro club hanno portato a termine la completa vaccinazione degli atleti. Si tratta di Bologna, Empoli, Fiorentina e Milan. Il progetto della Federazione è incentrato principalmente sugli atleti, ma non è escluso che possa estendersi anche ai membri di staff e società. Sulla scia del buon esempio offerto dalla FIGC in vista dell’Europeo di calcio, in cui la maggior parte degli azzurri coinvolti avevano già completato il ciclo vaccinale. L’obiettivo è quello di vaccinare, con Pfizer e Moderna, tutti i calciatori entro l’inizio del campionato fissato nel weekend tra il 21 e il 22 agosto.

GREEN PASS –  Fondamentale per poter viaggiare e accedere in luoghi pubblici. Una garanzia per la salute di tutti. La misura verrà introdotta con un decreto e varrà anche per gli stadi. Il green pass sarà rilasciato a chi avrà effettuato la doppia dose e si lavora per estenderlo anche a chi è guarito e a chi ha un tampone negativo effettuato entro le 48 h precedenti all’evento. Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha dichiarato: “Siamo arrivati al momento in cui bisogna renderlo efficace per riaprire gli impianti, garantendo tempi certi a società e tifosi. Non si può più aspettare oltre. Sappiamo che sarà complicato ottenere la riapertura totale, ma chiediamo gradualità e rapidità nelle prossime decisioni delle istituzioni”.

 


💬 Commenti