header logo

Il quotidiano “La Verità”, nella sua edizione odierna, offre un'inedita interpretazione del caso Spalletti-Nazionale e dello scontro con Aurelio De Laurentiis. Secondo la versione rivelata in esclusiva, il presidente del Napoli chiuderebbe un occhio sulla penale per liberare l'allenatore toscano in cambio di una mano a conservare la doppia proprietà, quella del club azzurro e del Bari.

"Spalletti sta per essere annunciato come nuovo ct della Nazionale, si mormora nei corridoi di palazzo, ma solo nel fine settimana verà ufficializzata la notizia. Magari, dicono i maligni, ciò avverrà aggirando la clausola prevista nel contratto dell’allenatore col Napoli, se la Figc si dimostrasse conciliante con Aurelio De Laurentiis e gli permettesse di mantenere la doppia proprietà di partenopei e Bari“.

L'accordo tra Spalletti e la FIGC per ricoprire il ruolo di CT nei prossimi anni sembra cosa fatta. Vengono rivelati persino i dettagli:

Siglerebbe un’intesa con la Nazionale fino a 2026, con uno stipendio da circa 4.5 milioni netti all’anno. Resta da capire in che modo verrà sciolto il nodo del vincolo che lo lega al Napoli”.

L'ipotesi proposta riguarda proprio la multiproprietà, ovvero concedere a De Laurentiis di mantenere il controllo anche del Bari, oltre che del Napoli, a tempo praticamente indeterminato. Il regolamento attuale mette i bastoni tra le ruote al presidente del Napoli, che in caso di promozione in Serie A dei biancorossi sarebbe costretto a cedere le quote del club puglies.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"