LE ULTIME

I ragazzi di coach Rollo si preparano all'assalto del tricolore

Scritto da Redazione  | 
Eros Rollo

AD UN MESE DALLE FINALI DEL CAMPIONATO NAZIONALE UNIFICATO A SESTO SAN GIOVANNI (CSEN - CIRCUITO FGIHT1) IL TEAM LECCESE METTE IL PIEDE SULL’ACCELLERATO IN VISTA DELL’IMPORTANTE EVENTO.

Dopo oltre un anno di lontananza dal ring per i miei ragazzi non c’era compagine migliore e prestigiosa per rientrare a gareggiare” questa la prima dichiarazione dell’allenatore di kick boxing Eros Rollo

“A differenza dell’ultima competizione del febbraio 2020, il numero dei miei atleti che prenderanno parte al campionato e’ praticamente dimezzato. le cause sono principalmente tre: 

- molti ragazzi purtroppo durante il lungo stop hanno perso lo stimolo di allenarsi a casa da soli e mantenere quindi una consona forma atletica, non gli giustifico ovviamente ma il lavoro di noi formatori, come dico sempre, e’ per il 99% concentrato sulla mente dell’allievo e solo l’1% sul resto;

- la distanza da milano ed una trasferta cosi’ lunga impediscono a molti di allontanarsi da casa e dal lavoro per cosi’ tanti giorni, con ogni probabilita’ partiremo all’alba di venerdi’ 4 giugno e rientreremo lunedi’ 7;

- ultimo ma non per importanza, l’aspetto economico. purtroppo si pensa solo e troppo al calcio, non voglio con questo denigrare lo sport nazionale ma si e’ innescato un circolo vizioso che porta la morte di tutte le altre discipline. senza sponsor e sostegni mediatici (figuriamoci se per noi esistono aiuti degli apparati statali) diventa un bagno di sangue per l’atleta e il coach intraprendere questa avventura. per portare 4 atleti ci occorrono <senza sfarzi e sempre in totale economia> tra tamponi, voli, transfer, iscrizioni, pernottamenti, cene,… ben 2.000€ senza considerare quanto l’atleta spende per preparare una competizione del genere (materiale tecnico, corretta nutrizione, fisioterapia,…). cerchiamo di affrontare ove possibile molte al posto dei ragazzi ma partiamo dal basso e non navighiamo nell’oro, senza aggiungere cosa questa pandemia ha creato nel nostro mondo.”

Questa la disamina delle criticita’ fatta dal tecnico della ssd alma sport di lecce che segue presentando i suoi atleti, tutti impegnati nel contatto pieno nella specialita’ fight code rules (il k-1 rules, la disciplina in cui regna incontrastato il grande campione giorgio petrosyan).

alfiera della mia spediziona sara’ il merinese classe ’94 ismaele bene, unico dei quattro classe a, che dopo 18 mesi da uno stop forzato provera’ i riprendersi tutto con gli interessi nella categoria dei 67kg, quella a mio parere piu’ dura ed impegnativa poiche’ vi prenderanno parte i migliori atleti pro del panorama nazionale e del circuito oktagon. ad un mese dai match fisicamente, e’ inutile nasconderlo, siamo molti avanti non solo perche’ le foto sui social parlano da sole ma soprattutto per il “semplice” (non affatto scontato) motivo che il ragazzo anche in zona rossa a casa non ha mai saltato una sessione. anche mentalmente siamo concentrati e distaccati da tutto il superfleo, e’ quello che occorre proprio in questi tornei dove in due giorni puoi combattere anche 4 volte, non una passeggiata. ora ci aspetta la rifinitura tecnica con lo sparring, cartina di tornasole che ci dira’ se la strada intrapresa e’ quella giusta. il peso non mi spaventa affatto questa volta grazie alla collaborazione col dr. lampredi, un vero professionista nel settore.”

Insieme a bene altri tre classi c: Erika Specchia nei 60kg, Francesco Cucurachi nei 67kg ed Antonio Lo Rizzo nei 70kg. 

Rollo conclude la sua intervista con un invito: “spero che gli amici e lettori possano iniziare a seguire e sostenere il movimento e i nostri ragazzi che fanno sacrifici enormi ed inimmaginabili per salire sul ring e mettere in gioco tutta la loro vita. infine lancio un appello agli imprenditori appassionati di sport e sacrifici, che magari meno di altri hanno sofferto la crisi economica generata dalla pandemia, a sostenere i ragazzi per questo difficile impegno come gia’ sta facendo l’amico fabrizio tafuro del gruppo tecnorete che mi permetto di citare e ringraziare pubblicamente.”


 


 


💬 Commenti